Mensa scolastica, Moschella: 'La prossima settimana verrà pubblicata la gara d'appalto' In primo piano

Il dirigente del Settore Servizi al Cittadino, Giuseppe Moschella, ha reso noto che la fine della prossima settimana verra' pubblicata la gara di appalto per l'affidamento del servizio mensa scolastica del Comune di Benevento.

E’ quasi conclusa - spiega in una nota Moschella - la complessa procedura per stilare il nuovo capitolato d’appalto speciale, al quale saranno allegati i nuovi menu con le relative schede tecniche, lavoro egregio effettuato dalla nutrizionista Pina Pedà su incarico dello scrivente, con la supervisione e collaborazione di due ottime professioniste della locale ASL, dott.sse Romano e Carlucci, medici responsabili dei rispettivi settore di competenza.

Sicuramente il lavoro fatto dalla nutrizionista sarà una pietra miliare per i servizi mensa scolastica e non solo per la nostra realtà locale, già vi sono diversi comuni, anche della Sicilia, che hanno chiesto dei dati informativi.

La gara di appalto, per obbligo di legge, dato l’importo, sarà di livello europeo, triennale, con la clausola del massimo ribasso, per un importo di circa 3 milioni di euro. Sarà previsto il servizio di scodellamento in tutte le 26 scuole, la ditta che si aggiudicherà la gara avrà un anno di tempo per l’adeguamento dei locali.

Potranno partecipare alla gara anche le ditte che attualmente sono sprovviste di un centro di cottura nel comune di Benevento, sarà sufficiente indicare le modalità di reperimento in caso di aggiudicazione.

La gara sarà conclusa entro il 25 settembre 2015 e il servizio di mensa scolastica avrà inizio i primi giorni del mese di ottobre. I genitori interessati al servizio, sono pregati di farne richiesta entro il 31 agosto 2015.

Ad ogni buon conto - rimarca con forza il dirigente - si deve confutare quanto dichiarato pubblicamente da un’associazione, che è già provato che proclama cose non vere (I VERMI NELLA PASTA E CECI NON C’ERANO!!!, chi pagherà i danni di immagine al Comune di Benevento?), non si è nella disponibilità di un centro di cottura comunale, i locali citati siti nel quartiere di Capodimonte, sono fatiscenti e non hanno né le dimensione né le caratteristiche per essere trasformati in centro di cottura, infatti quando anacronisticamente erano utilizzati, parte delle cucine erano all’esterno sotto dei malfermi gazebo, all’epoca perché si taceva?

Da venerdì 10 luglio 2015 - conclude Giuseppe Moschella -, tutti gli interessati potranno richiedere copia del capitolato speciale d’appalto via e-mail all’indirizzo servizisocialibn@tin.it, e sarà inviato stesso mezzo. Saranno graditi suggerimenti afferenti il capitolato, non sarà possibile prendere in considerazione suggerimenti sui menù in quanto sono atti vidimati dall’ASL, pertanto non documentazione di questo Settore Servizi al Cittadino”.

Altre immagini