Mensa scolastica, Moschella rassicura: 'Nessuna anomalia dagli accertamenti effettuati' In primo piano

Il comandante della Polizia Municipale di Benevento, Giuseppe Moschella, al fine di tranquillizzare i genitori degli alunni delle scuole dell'infanzia ed elementari che usufruiscono della mensa scolastica (servizio affidato dal Comune di Benevento alla ditta Ristorò) comunica che “dagli accertamenti effettuati dagli organi preposti: Polizia Municipale, ASL, Nas Carabinieri e Arpac, non sono emerse anomalie di sorta sulla genuinità, qualità e quantità dei pasti somministrati.

Inoltre, la ditta appaltatrice fornisce regolarmente tutta la documentazione relativa ai fornitori - che certificano la conformità delle derrate alimentari alle vigenti leggi in materia - e attestante che i prodotti alimentari sono esenti da organismi geneticamente modificati.

Dalle relazioni redatte da tutti i dirigenti scolastici delle strutture interessate - prosegue Moschella -, su specifica richiesta di questo Settore Servizi al Cittadino, non si evincono irregolarità o mancato rispetto delle prescrizioni previste nel capitolato speciale di appalto.

Senza alcuno spirito polemico, che in questa vicenda non aiuta - sottolinea il comandante della Polizia Municipale -, si rappresenta che non è corretto dire che i pasti devono essere serviti entro 20 minuti dalla cottura (probabilmente non si riesce a tale tempistica nemmeno nei ristoranti e forse nemmeno a casa nostra). In merito si riporta l’art.7 del capitolato speciale d’appalto: “La ditta affidataria dovrà impegnarsi, per tutta la durata dell'appalto, alla fornitura dei pasti, confezionati caldi e preparati nello stesso giorno nel proprio centro di cottura, al trasporto ed alla distribuzione, entro e non oltre 20 minuti dal confezionamento, con idonei contenitori atti a prevenire contaminazioni e/o insudiciamento” e non entro 20 minuti dalla cottura.

Si invita, comunque - conclude Giuseppe Moschella -, in caso di anomalie a richiedere immediatamente l’intervento di una Forza di Polizia (Polizia Municipale, Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza), i soli che hanno la competenza necessaria per procedere negli accertamenti di rito”.

Altre immagini