Minacce di morte a Mastella. I messaggi di solidarietà In primo piano

E’ stato minacciato di morte il sindaco di Benevento, Clemente Mastella.

Ieri mattina, infatti, è stata recapitata una lettera anonima dal macabro contenuto negli uffici del Comune e successivamente girata nelle mani del primo cittadino.

Sulla missiva - ora in possesso della Polizia di Stato per le indagini del caso - c’è il più stretto riserbo, ma in essa sarebbero ben esplicitate le minacce con espressione del tipo: “sarai sepolto”.

Il riferimento sarebbe da mettere in relazione al recente appalto per la gestione dei servizi cimiteriali, i cui lavori vengono affidati in questi giorni.

I MESSAGGI DI SOLIDARIETÀ

Claudio Ricci, presidente della Provincia di Benevento

“Si tratta di un fatto gravissimo ed esecrabile che condanno nel modo più fermo a nome personale e del Consiglio Provinciale tutto. Le Istituzioni pubbliche debbono fare argine contro questo tentativo inaccettabile di imbarbarimento della vita sociale e civile del Sannio e contro l’aggressione becera a chi è espressione e rappresentante della volontà popolare. Nell’augurare che le Autorità competenti individuino i responsabili dell’intimidazione, sono certo che, rispetto ad episodi analoghi del passato, ancora una volta la gente migliore di questa provincia saprà reagire, con compostezza, ma con fermezza a questi gesti”.

Carmine Valentino, segretario provinciale del Partito Democratico

“Esprimo a nome mio personale e di tutto il Partito Democratico massima vicinanza e solidarietà al Sindaco di Benevento, Clemente Mastella per le minacce che ha ricevuto. Ho sentito telefonicamente Mastella al quale ho espresso solidarietà e dico che atti di questo genere sono gravissimi. Come collega sindaco e come segretario del Pd condanno fermamente questo gesto”.

Circolo Cittadino e Gruppo Consiliare del Partito Democratico

Il Circolo Cittadino ed il Gruppo Consiliare del Partito Democratico, nell’apprendere la notizia delle minacce di morte rivolte con una lettera anonima al Sindaco Mastella, esprimono la propria solidarietà e piena vicinanza al Primo Cittadino di Benevento per il grave atto intimidatorio subito. Con l’augurio che il responsabile, o i responsabili, di un gesto così vile e deprecabile possa essere individuato e punito al più presto, così che atti simili non si ripetano in futuro.

Erasmo Mortaruolo, consigliere regionale della Campania

“Al sindaco di Benevento, Clemente Mastella esprimo solidarietà e vicinanza per le minacce ricevute. È più che mai significativo un forte ed incondizionato rifiuto di ogni tentativo di intimidazione o condizionamento verso chiunque sia investito di funzioni pubbliche. Di fronte a queste violenze non possono esserci giustificazioni, solo una ferma condanna. È importante continuare a lavorare nel segno della legalità per il bene comune”. 

Vittoria Principe, esponente di #AvantiDonne

È noto il conflitto politico con il primo Cittadino Mastella, ma al cospetto di simili comportamenti mi sento di esprime a titolo personale e del gruppo #avantidonne la massima solidarietà a Clemente Mastella. Non è giusto intimidire un rappresentante delle Istituzioni, si può non apprezzare l’operato ma arrivare a questi comportamenti la dice lunga sul clima di cattiveria che regna nella nostra società. Nell’essere vicina al Sindaco mi auguro che quanto prima le forze dell’ordine facciano chiarezza sull’accaduto, consegnando i colpevoli alla giustizia, ripristinando così un clima di serenità Istituzionale”.

Pasquale Carofano, sindaco di Telese Terme

“Esprimo a nome mio personale, dell’Amministrazione comunale e dell’intera Città di Telese Terme piena solidarietà al collega sindaco di Benevento, Clemente Mastella. È l’ennesimo vigliacco tentativo di intimidire un amministratore che con serietà e passione opera per il bene della propria città. Al sindaco Mastella la mia solidarietà per questo deprecabile e inqualificabile gesto di cui è stato vittima”.

I RINGRAZIAMENTI DI MASTELLA

“Ringrazio tutte le forze politiche e sindacali che mi hanno espresso la loro solidarietà. Ringrazio, altresì, i cittadini che mi hanno manifestato sostegno e vicinanza umana”.