MOLINARA - Tradizione, prodotti tipici, folclore e spettacolo per l'ottava edizione della 'Sagra della Trippa' In primo piano

Tradizione, prodotti tipici, folclore e spettacolo: Molinara presenta l'ottava edizione della Sagra della Trippa. L'appuntamento è per i giorni 30 giugno e 1 luglio. Bontà, ottimi piatti paesani, musica e tanta allegria.

Anche per questo appuntamento, ad accompagnare la trippa ci saranno ottimi piatti tipici della cucina molinarese. Due le date da segnare in calendario: venerdì 30 giugno e sabato 1 luglio. Tutti in piazza con gli stand del gusto ed un ricco programma musicale con il gruppo Noinoti in concerto nella prima serata di venerdì e i Tequila e Montepulciano Band nella serata di sabato.

A promuovere la festa il comitato istituito in onore della Madonna delle Grazie di Molinara guidato da Antonio Spagnoletti che presenta un programma civile e religioso realizzato in accordo con don Sergio Ingegno parroco del paese.

Anche per questa edizione la formula della festa non cambia e, come da tempo oramai, trova il modo di coniugare tradizione e gusto per offrire un appuntamento di qualità che coinvolge l’intera provincia sannita. Gli stand sono aperti della ore 20,00.

Ecco il programma nel dettaglio.

I festeggiamenti religiosi in onore della Madonna sono in calendario il 2 luglio. Nella serata Gran Concerto Bandistico città di Fisciano diretto da Enzo Cozza.

Il comitato nasce nel 1988 per volontà di alcuni concittadini molinaresi accomunati dalla devozione verso la Beata Vergine e, nel contempo, dal desiderio di affiancare la festa religiosa iniziative di carattere popolare. Gli organizzatori, difatti, fin dalle prime edizioni, hanno trovato il modo di allestire stand degustativi capaci di valorizzare le ricette tipiche di Molinara e di altri prodotti che questa terra offre. Ad aiutarli, come sempre e volontariamente, le loro famiglie: mogli e figli.

Gli organizzatori fanno sapere che, in caso di pioggia, la “Sagra della Trippa” sarà tenuta lo stesso nei locali della Sala Parrocchiale “San Giuseppe”, nelle vicinanze della piazza della festa.

Altre immagini