In primo piano - MORCONE - Alla 42^ Fiera Campionaria sarà presente anche la Coldiretti con un convegno inerente la zootecnia

MORCONE - Alla 42^ Fiera Campionaria sarà presente anche la Coldiretti con un convegno inerente la zootecnia In primo piano

Secondo una tradizione ormai ben consolidata la Coldiretti Benevento nell'ambito della 42esima edizione della Fiera di Morcone organizza il convegno: Opportunita' dell'OCM zootecnia per le zone interne in programma venerdì 25 settembre alle 18.00 presso la sala conferenze del Centro Fiere di Morcone.

Dopo i saluti del presidente del Centro Fiere Morcone, Giuseppe Solla, del sindaco di Morcone, Costantino Fortunato e del direttore della Coldiretti Benevento, Francesco Sossi, seguiranno gli interventi di Giuseppe Marotta, Unisannio; Vincenzo De Lucia, assessorato Agricoltura Regione Campania; Marco Toto, assessorato Agricoltura Regione Campania.

Le conclusioni dei lavori, che saranno moderati da Nicola De Ieso, ufficio comunicazione Coldiretti Campania, saranno affidate a Gennaro Masiello, vice presidente nazionale Coldiretti.

Alla luce della nuova OCM zootecnia la Coldiretti sannita intende mettere a conoscenza degli imprenditori zootecnici del territorio provinciale la possibilità di aggregazione per la costituzione delle O.P. (Organizzazioni di Prodotto) per rispondere meglio a quelle che sono le esigenze del mercato.

In sostanza si tratta di immaginare un percorso aggregativo per il prodotto (carne e latte) per una migliore collocazione sia sul mercato nazionale che internazionale.

Con questa iniziativa la Coldiretti conta di poter dare maggiore potere contrattuale e certezze economiche ai propri soci per la commercializzazione della propria produzione sfruttando la progettualità che si sta mettendo in essere anche a livello nazionale.

Il convegno che viene organizzato nell’ambito della fiera di Morcone in un territorio, l’Alto Tammaro, particolarmente vocato alla zootecnia, dovrà servire per informare i soci sulla possibilità di dare vita a future O.P. e porre le basi per un nuovo modello di commercializzazione di latte e carne prodotti sul territorio provinciale.

Altre immagini