Mortaruolo: 'Approvata in Consiglio regionale la Legge annuale di semplificazione 2016 Manifattur@Campania:Industria 4.0' In primo piano

'E' stata approvata in Consiglio Regionale la Legge annuale di semplificazione 2016 Manifattur@Campania:Industria 4.0'. Ad annunciarlo il vicepresidente della Commissione Agricoltura in Consiglio regionale, Mino Mortaruolo.

'La legge - dichiara Mortaruolo - promuove l’attrattività del territorio campano per favorire l’insediamento delle imprese della manifattura innovativa e del lavoro artigiano digitale, il rilancio produttivo e la valorizzazione congiunta delle attività artigianali tradizionali e sostiene il comparto manifatturiero e gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione dei prodotti e dei processi produttivi, con particolare riguardo alle tecnologie abilitanti per lo sviluppo industriale in chiave 4.0, al fine di garantire la transizione del sistema produttivo manifatturiero verso il modello della 'fabbrica intelligente'. La Regione Campania è la prima ad adottare una legge all’avanguardia come questa e che consentirà, grazie al lavoro delle commissioni e del Consiglio, di fare un salto di qualità in termini di semplificazione e di impulso alle attività produttive.

Il provvedimento - spiega il vicepresidente Mortaruolo - introduce una serie di misure volte alla semplificazione per favorire le imprese manifatturiere innovative ed altri interventi di semplificazione per dare slancio alle attività commerciali temporanee, all’apertura delle agenzie di viaggio e di turismo, le vendite di fine stagione, le attività ricettive, agrituristiche, di pesca ed itti-turismo, per i pagamenti di tributi regionali, in materia di trasporto pubblico locale, misure di razionalizzazione e semplificazione normativa. Inoltre, sono previste le linee guida dell’industria 4.0, da adottare da parte della Giunta regionale, per favorire l’attrazione di nuovi investimenti e i processi di reindustrializzazione nonché la valorizzazione della competitività d’impresa e l’innovazione delle imprese manifatturiere e artigiane'.

Ecco gli obiettivi: 'promuovere l’incontro tra tecnologie digitali garantendo l’evoluzione del know-how e delle competenze digitali delle piccole e medie imprese, favorire l’integrazione tra formazione professionale, università, ricerca, imprese manifatturiere e lavoro artigiano digitale, favorire la formazione di reti d’impresa. Sono, inoltre, previste le Officine della manifattura innovativa, promosse dal governo regionale attraverso accordi con i comuni e gli enti del sistema regionale con le associazioni di rappresentanza del mondo produttivo e artigianale e con le associazioni culturali e cooperative territoriali; il coworking ovvero la progettazione e la realizzazione di nuove forme di attività delle microimprese e la collaborazione tra le stesse; la piattaforma tecnologica Fabbrica intelligente, un portale dedicato, accessibile dal sito della Regione, che consente di divulgare la produzione industriale innovativa e il lavoro artigiano digitale; i market place dell’industria innovativa per promuovere l’innovazione di prodotto, di processo e organizzativa dell’industria manifatturiera e di internazionalizzare la commercializzazione dei prodotti; l’open innovation che consentono di utilizzare idee, soluzioni e tecnologie sviluppate da attori esterne quali utenti, università, centri di ricerca, piccole e medie imprese, nuove imprese e start up innovative.

E’ una legge coraggiosa - conclude il consigliere Mortaruolo -  che sostiene le piccole e medie imprese e che risponde alle esigenze del nostro territorio e dei nostri cittadini'.

Altre immagini