Nunzia De Girolamo lascia Ncd e accusa Alfano: 'Vuole aggregarsi al centrosinistra' In primo piano

Sara' che il primo amore (politicamente parlando) non si scorda mai, sara' che le sirene di Arcore sono tornate a farsi sentire con “melodiosa insistenza”, sara' che dopo aver mandato giù un po' di bocconi amari una presa di posizione e una scelta di campo non sono più procrastinabili, ed ecco che l'amazzone sannita Nunzia De Girolamo sbotta e dà l'addio al Nuovo Centrodestra.

L’ex ministro delle Politiche Agricole, infatti, parlando con Tommaso Labate del Corriere della Sera, ha reso nota la propria volontà di abbandonare il partito di Angelino Alfano, che accusa di volersi «aggregare al centrosinistra».

«Mi ero illusa - dice - che il mio partito potesse contribuire alla ricostruzione di un centrodestra moderno. E mi ero illusa che onorasse il nome che porta, Nuovo Centrodestra. E invece stanno lavorando per aggregarsi al centrosinistra. Rispetto le sue opinioni e anche le sue scelte, ma temo che Angelino Alfano e il Nuovo Centrodestra, se si votasse domattina, si candiderebbero con Matteo Renzi».

Sulla possibilità di un rientro in Forza Italia spiega «adesso per me è il momento di scegliere. Ma è una scelta che non si può fare con la leggerezza con cui si prende un aereo d'estate. Sono nata dentro Forza Italia attaccando i manifesti, e questo non può che avere un peso. Le decisioni più importanti della mia vita le ho sempre prese con il cuore e non facendo il calcolo dei vantaggi personali. Ho parlato in più occasioni, durante pranzi e cene, con Berlusconi. E ho parlato con Matteo Salvini. Il mio obiettivo, adesso, è dare il mio contributo alla ricomposizione del centrodestra».

L'obiettivo di Angelino Alfano, secondo l'ex ministro è «andare nel centrosinistra mettendo insieme tutte quelle forze più disparate che, a vario titolo, si autodefiniscono moderate. Penso a Pier Ferdinando Casini, a Lorenzo Cesa, a Scelta civica... Senza dimenticare i tanti che oggi sono pronti a saltare con Renzi e fino a ieri cantavano a squarciagola 'Meno male che Silvio c' è'. Non vorrei essere irriguardosa, sia chiaro. Ma a me questo esperimento mi sembra una cosa da 'Piccolo chimico'»

La chiosa: «Se le 'vecchie glorie moderate' sperano di salvarsi andando con Renzi, allora vuol dire che non conoscono Renzi».

Intanto all'orizzonte si stagliano tre giornate di “riflessione” che si svolgeranno in autunno nel Sannio, molto probabilmente proprio a Benevento, organizzate dall'associazione “Centrodestra Unito” fondata, appunto, da Nunzia De Girolamo.

Il programma ufficiale dell'importante kermesse politica è ancora top secret, ma, stando ad alcune indiscrezioni, vari saranno i temi su cui ragionare: l'agricoltura, le infrastrutture, la sanità e la tanto invocata unità del centrodestra... ovviamente il tutto declinato sia a livello nazionale che locale.

Come dimenticare infatti che tra meno di un anno ci sarà il rinnovo del parlamentino a Palazzo Mosti? E quale migliore occasione per Nunzia & Co. di tessere nuove intese?

ANNAMARIA GANGALE

Altre immagini