Nuovi raccoglitori per farmaci scaduti e pile esaurite In primo piano

Il comune di Benevento e Asia metteranno a disposizione della città dei nuovi contenitori per la raccolta differenziata di farmaci scaduti e pile esaurite.

Asia e Comune - ha spiegato il presidente Lucio Lonardo nel corso di una conferenza stampa - stanno facendo degli sforzi organizzativi immani per porre solide basi al corretto sviluppo, sul nostro territorio, della raccolta differenziata attraverso una rigorosa politica di risparmio.

Nella realizzazione di questo progetto abbiamo la consapevolezza che un grande ruolo è giocato dall'utenza. In questo senso bisogna investire in pubblicità e comunicazione affinché la struttura predisposta sia poi effettivamente utilizzata e sia in grado, di conseguenza, di produrre risultati in termini di crescita percentuale del materiale raccolto.

Abbiamo raggiunto in poco tempo - ha poi dichiarato l'assessore all'Ambiente del Comune di Benevento, Enrico Castiello - dei risultati che ci rendono orgogliosi per quanto attiene l'aumento percentuale del materiale raccolto da destinare al riutilizzo.

Per migliorare ulteriormente però abbiamo bisogno della fattiva collaborazione dei cittadini che devono costantemente avviare la raccolta differenziata dei rifiuti presso le proprie abitazioni. Invito quindi - ha concluso Castiello - la cittadinanza a prestare attenzione perché solo insieme potremo determinare e vantare una città sempre più pulita.

Infine, Massimo Romito, direttore tecnico dell'Asia, ha fornito alcuni dettagli sui nuovi contenitori presentati.

I contenitori per la raccolta dei farmaci scaduti - ha spiegato Romito - saranno installati all'interno di ogni farmacia. Il loro utilizzo è molto semplice. I farmaci scaduti vanno consegnati privi delle scatole in cartone. I 150 contenitori per le pile saranno invece allocati nei tabacchini e in ogni esercizio commerciale che vende pile. In questi contenitori possono essere consegnate tutti i tipi di batterie.



La costruzione di una rete fognaria è un'opera sicuramente importante e di solito comporta dei disagi per tutti. La gente però capisce e di solito aspetta con pazienza.

Ma così non è stato per Limatola dove proprio a causa di questi lavori il traffico è stato completamente deviato su una strada comunale che porta a Dugenta ed è piena di buche e avvallamenti che causano solo incidenti e blocchi stradali.

Insomma un vero e proprio disastro che ha indotto alcuni cittadini animati dall'ing. Pietro Di Lorenzo a costituire un Comitato per trovare una più idonea soluzione.

L'assurdo è che la strada provinciale era stata da poco sistemata: insomma prima si costruisce e poi si distrugge. Il vero guaio è però che a causa di questa interruzione le attività commerciali sono al collasso e se serve un'ambulanza è una tragedia.

Nella foto si mostra chiaramente la gravità della situazione.