Operazione 'Ato Impatto'. Scovate 7 piante di cannabis alte un metro e mezzo in un terreno incolto In primo piano

Una persona arrestata, 6 denunciati in stato di libertà, 4 veicoli sequestrati e 7 piante di cannabis rinvenute. Sono i numeri dei controlli sul territorio dei carabinieri del Comando Provinciale di Benevento nel corso dell’operazione denominata “Alto Impatto”.

Per l’attività sono stati impegnati numerosi militari in divisa e in abito civile, e, questa volta, anche con l’impiego e l’ausilio di unità cinofile del Nucleo Carabinieri di Sarno (Sa).   

Nel corso di tali attività i carabinieri hanno effettuato diverse perquisizioni domiciliari in abitazioni di alcuni pregiudicati di questo capoluogo e dei centri limitrofi.

Questi i risultati:

Compagnia di Benevento

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione nei confronti di P.G. 44enne residente in città, nullafacente, già noto per i suoi trascorsi penali, che la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento aveva emesso per evasione ed altre reiterate violazioni imposte dalla detenzione domiciliare cui è attualmente sottoposto.

Ad essere deferiti in stato di libertà alla locale Autorità Giudiziaria sono stati invece:

▪ B.A. 22enne di San Martino Sannita (Bn), che  è stato trovato in possesso di un panetto di hashish del peso di 90 grammi circa, di 7 grammi circa di cannabis che deteneva illegalmente all’interno della cantina della sua abitazione;

▪ B.E. 26enne di Apice fermata a bordo di un’autovettura con targhe non conformi, con conseguente sequestro del mezzo.   

Infine ad essere segnalati alle competenti Autorità per violazioni amministrative sono stati:

▪ A.G. 32enne di San Giorgio del Sannio fermato alla guida di un autocarro sprovvisto della copertura assicurativa, con sequestro del mezzo;

▪ V.E. 33enne di Paduli trovato in possesso di 3 grammi circa di hashish;

▪ E.A. 38enne della provincia di Casalnuovo di Napoli, pregiudicato, fermato mentre esponeva in vendita senza alcuna autorizzazione al commercio ambulante, alcuni capi di abbigliamento privi di marca, che di conseguenza sono stati sequestrati. Per i precedenti di polizia a carico lo stesso è stato proposto anche per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio;

▪ N.A. 25enne pregiudicato di Casalnuovo di Napoli, dopo essere stato intercettato nei pressi di alcune abitazioni del comune di Buonalbergo e tenuto conto delle vicende penali per reati predatori a carico, è stato proposto per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio.

La Compagnia di Montesarchio ha denunciato in stato di libertà:

▪ due donne L.O. 30enne di Montesarchio e B.M. 56enne di Pannarano, titolare di un esercizio pubblico per aver manomesso i rispettivi contatori per l’erogazione di energia elettrica;

▪ C.F. un operaio 37enne già noto per i suoi trascorsi penali mentre picchiava il figlio minore per futili motivi all’interno della propria abitazione;

▪ un albanese 35enne domiciliato a Maddaloni (Ce) sorpreso alla guida della propria autovettura senza essere in possesso di copertura assicurativa. L’auto è stata sequestrata.

A Montesarchio, in via Vitulanese occultato tra la folta vegetazione circostante, i militari hanno rinvenuto un mezzo d’opera gommato, Komatsu, risultato rubato una decina di giorni fa dall’interno di un cantiere edile dello stesso centro, che dopo gli accertamenti è stato restituito al legittimo proprietario.

Mentre a Tocco Caudio, in località Sperara, i carabinieri della stazione di Cautano hanno rinvenuto, tra la fitta vegetazione di un terreno incolto 7 piante di cannabis indica, di altezza di un metro e mezzo circa per le quali sono in corso le indagini per risalire ai responsabili della coltivazione illecita.  

Per quanto riguarda la Compagnia di San Bartolomeo in Galdo a Baselice, nel corso di un controllo di un’Alfa Romeo 147, i militari della locale stazione hanno sorpreso un minore alla guida che, oltre a essere sprovvisto di patente di guida, viaggiava senza essere in regola con l’assicurazione e, in più, era stata sostituita la targa con quella di un'altra autovettura. Sanzioni amministrative per ottomila euro e veicolo sequestrato.

Altre immagini