Ospedale 'Rummo', continuano gli attestati di riconoscenza da parte dei pazienti In primo piano

Gli attestati di riconoscenza per eccellenti e risolutive prestazioni professionali dei sanitari, la buona organizzazione dei servizi accessori e l'amorevole cordialità del personale dell’Azienda Ospedaliera “G. Rummo” di Benevento ormai si susseguono con un ritmo tale da far apparire le vicende cui si riferiscono non più degne di cronaca.

Eppure è proprio questo il fatto degno di nota per il cronista che vorrebbe essere testimone, sempre e solamente, di realtà e di vicende esaltanti, poterle registrare e raccontare per il piacere di condividerle col lettore la soddisfazione per i brillanti successi nelle cure e nell’assistenza del nosocomio della propria città.

In un periodo in cui l’opinione pubblica tende a porre l’accento agli aspetti negativi della Sanità” il nosocomio sannita ne riporta “in alto gli standard qualitativi”, come ha scritto testualmente in una commossa lettera al direttore generale un medico beneventano, che racconta del perfetto intervento chirurgico per l’asportazione di un aggressivo tumore, praticato con risolutivo successo al proprio genitore presso la U.O.C. di Chirurgia Generale, diretta da Cristiano Husher.

Racconta, altresì, con evidente, grata soddisfazione del “calore umano”, delle “tante attenzioni”, della “costante presenza”, che hanno consentito a lui ed alla sua famiglia “di affrontare con maggiore serenità questo delicato momento”, rassicurandoli.

Ha avuto nondimeno modo di apprezzare, anche con “piacevole sorpresa”, la perfetta “gestione del reparto: ambiente confortevole e accogliente, personale sanitario sempre attento e scrupoloso”, “continua presenza dei medici”, che seguono i “pazienti con dedizione e umanità ammirevoli”.

Altrettanto accorata è la missiva giunta al manager Renato Pizzuti da un altro sanitario della provincia sannita, che, dopo aver raccontato una precedente penosa e preoccupata odissea, afferma di essere giunto presso il medesimo suindicato “reparto di Chirurgia Generale”, dove, con grande acume professionale, gli sono stati effettuati una puntuale e precisa diagnosi e conseguentemente un immediato intervento chirurgico, che gli hanno evitato rischi assai fatali.

Si direbbe a ragione che questi ripetuti successi dei suoi operatori stanno facendo assumere al “Rummo” una considerazione tale da attrarre sempre più un’utenza non solo proveniente dal territorio sannita, ma anche da ambiti che spesso travalicano la stessa dimensione regionale.

Altre immagini