PIETRELCINA - Tra versi poetici e pennellate colorate si è chiusa in bellezza l'11^ edizione di 'Jazz sotto le stelle' In primo piano

E' terminata ieri a Pietrelcina l'undicesima edizione di Jazz sotto le stelle che ha visto la partecipazione di diversi artisti del beneventano e non tra i quali Fabrizio Bosso, Daniele Cordisco, Jacopo Ferrazza, Luciano Biondini e tanti altri.

Nel 2005 ci fu la prima edizione - ha affermato a conclusione della serata Giovanni Russo, promotore dell’evento - non pensavamo che il progetto sarebbe andato avanti fino ad arrivare all’undicesima edizione con la presenza negli anni di artisti del calibro di Gino Paoli, Stefano Bollani, Danilo Rea, Roberto Gatto. La partecipazione del pubblico ha portato grande soddisfazione fino all’ultima serata, nonostante gli imprevisti e il cambio di location che vi è stato poche ore prima dell’inizio, a causa del maltempo”.

Ciò non ha scoraggiato il pubblico che ha ascoltato con piacere poesie, letture e musica. All’incirca 150 persone hanno assistito all’evento coordinato da Donato Faiella fino alla mezzanotte. A conclusione buona parte dei presenti si è recata nei pressi della chiesa di Sant’Anna per ammirare le stelle.

Il filo conduttore della manifestazione svoltasi nella notte di San Lorenzo, sono state proprio gli astri. La serata è volta a conclusione con la presentazione di un brano di Dante Alighieri recitato da Enrico Torzillo e la presentazione dell’ultimo brano di Alberico Ionico. Il giovane diciottenne ha presentato nel corso della serata tre brani da lui composti suonando la chitarra con la tecnica del tapping.

Il tema delle stelle è stato il fulcro delle riflessioni di Teresa Simeone e Nicola Sguera tra miti, filosofia e storie di grandi uomini del passato in relazione con gli astri. Astri che “su cui hanno riflettuto uomini illustri del passato e su cui ci si deve tuttora riflettere” ha affermato la professoressa Simeone.

Le stelle sono state rappresentate anche graficamente dai ragazzi del liceo artistico di Benevento dal loro punto di vista, collegando anche il tema con quello della musica. Ad allietare la serata è stata la musica di Luigi Giova accompagnato dalla voce di Giuseppina Rossi.

Nel corso dell’evento sono stati letti aforismi sulle stelle e varie brevi riflessioni di diversi autori da Lucia Tedesco e Francesca Beatrice due giovani ragazze diplomatasi quest’anno al Liceo Classico.

Ogni atomo del tuo corpo viene da una stella che è esplosa. E gli atomi della tua mano sinistra vengono probabilmente da una stella differente da quella corrispondente alla tua mano destra. È la cosa più poetica che conosco della fisica: tu sei polvere di stelle”. (Laurence Maxwell Krauss).

ANGELA FAIELLA

Altre immagini