In primo piano - Polveri sottili in aumento a Benevento. Feleppa (Pd): 'Urge un nuovo piano traffico'

Polveri sottili in aumento a Benevento. Feleppa (Pd): 'Urge un nuovo piano traffico' In primo piano

Il consigliere comunale Angelo Feleppa è intervenuto sul nuovo divieto di circolazione alle auto imposto dal Comune di Benevento per lo sforamento dei livelli di polveri sottili in città.

“Ancora una volta - sottolinea Feleppa - è stato ordinato lo stop alle auto in centro urbano in seguito al superamento per due giorni consecutivi del valore massimo della media giornaliera di PM 10 e PM 2,5. Questo vuol dire che tutte le misure adottate dallo scorso 24 novembre 2016, quando fu imposto lo stop ai veicoli per lo stesso motivo, sono risultate inefficaci perché da allora la situazione è decisamente peggiorata.

Eppure in quella circostanza anche il sottoscritto - ricorda il consigliere del gruppo “Del Vecchio Sindaco” - segnalò che una singola giornata senza auto rappresentasse un semplice palliativo che non sarebbe andato ad incidere direttamente sul problema e sostenne che una scelta del genere, seppur condivisibile, andava necessariamente inserita in un’ottica di programmazione di più ampio respiro. Misi in guardia l’amministrazione avvisandola che lo stop alle auto nei giorni feriali potesse rappresentare un boomerang, invitandola a ripristinare le “domeniche a piedi” realizzate dalle precedenti amministrazioni. Oggi riscontro che alla fine si è andati nella direzione da me consigliata e questo non può che farmi piacere, ma sono costretto ad evidenziare che non ci si può sempre ridurre ad aspettare l’allarme lanciato dall’Ufficio Ambiente per prendere dei provvedimenti. Occorre stabilire un crono-programma di interventi seri e mirati. Avevo inoltrato proposte alla competente Commissione, ma poi ogni discorso si è inspiegabilmente interrotto.

A questo punto - suggerisce - urge riprendere la discussione e ridefinire un nuovo piano traffico magari apportando anche modifiche al PUMS (Piano Urbano Mobilità Sostenibile) e al PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano) se necessario. Allo stesso tempo, ci si dovrebbe accertare se tutto dipende unicamente dagli automobilisti o, ahimè, anche da altri fattori. Vanno altresì verificate anche le apparecchiature di rilevazione delle polveri sottili, la loro taratura e dislocazione sul territorio cittadino. Appena possibile, chiederò ai presidenti delle competenti Commissioni (Trasporti e Ambiente), di convocarle in seduta congiunta per affrontare la questione inquinamento che, alla luce dei fatti, non è più rinviabile.

Credo sia anche opportuno sapere - conclude Angelo Feleppa - cosa pensano al riguardo gli assessori Delcogliano e Russi, per cui ho intenzione di sollecitare anche la loro presenza dato che la situazione, considerati i livelli di inquinamento rilevati, va affrontata con estrema urgenza”.   

Altre immagini