Primarie Pd - 'Lealtà per Benevento': 'Siamo una realtà viva che promuove la sintesi e mai la rottura' In primo piano

'Siamo offesi, altro che taxi e autobus, qui c'e' chi viaggia sulle spalle del Pd e quindi anche sulle nostre e senza neppure il biglietto. Noi ci siamo sempre stati: Provinciali, Regionali (2010 e 2015), Europee, Politiche, Primarie, ecc.

In tempi non sospetti abbiamo proposto lo strumento delle elezioni primarie come utile esercizio di confronto democratico. Tutto ciò mentre autorevoli dirigenti, che già avevano avversato le primarie per il candidato Presidente della Regione Campania, finanche a due giorni dal voto, esprimevano molti dubbi sulla necessità di ricorrere a questo strumento.

Allo stato attuale, come scelta unitaria di tutto il Pd, il 6 marzo i cittadini beneventani saranno chiamati a decidere chi debba essere il candidato alla carica di sindaco.

È triste leggere dai giornali che a pochi giorni dal voto, importanti esponenti del Pd, con incarichi istituzionali di rilievo nazionale, caratterizzino la campagna elettorale con l’offesa di un'area politica, 'Lealtà per Benevento' che notoriamente sostiene il candidato Cosimo Lepore. Nessuno di noi Leali ha mai utilizzato il Pd come 'taxi' o 'autobus', e sfidiamo chiunque a dimostrare il contrario: il gruppo di 'Lealtà per Benevento' è una forza radicata nella città, nel suo tessuto civico e pienamente dentro il Partito Democratico.

Ricordiamo che alle primarie devono seguire le elezioni 'vere' e che la vittoria del centrosinistra non è scontata ma possibile, a condizione che l'unità tra forze politiche sia la più ampia. Anche per questo sollecitiamo il segretario provinciale del Pd, ad esercitare la sua funzione in rappresentanza di tutti e non con la faziosità che ha espresso in questi giorni.

E’ bene ricordare, inoltre, che le liste e le alleanze a sostegno del candidato che vincerà dovranno essere il frutto del confronto tra le sensibilità che correranno, e non già scritte a prescindere. Il segretario Valentino, dovrebbe, porre rimedio ad una questione politica rilevante che attiene diversi consiglieri comunali eletti nel centrodestra, alcuni poi iscritti al Pd e altri no, che hanno dichiarato di sostenere il vicesindaco e che sistematicamente in consiglio comunale votano contro l'amministrazione.

Sono queste le azioni politiche che fanno perdere credibilità e consensi al partito! Ricordiamo che quando Mastella decise di abbandonare l'alleanza di centrosinistra noi, e non altri, decidemmo di aderire al Pd: 'Lealtà per Benevento' è la diretta conseguenza di quella scelta politica che esprime un suo pensiero all'interno del Pd, sempre rispettosa delle regole di vita interna promuovendo la sintesi e mai la rottura.

Il segretario del partito, e chi con lui, se ne facciano una ragione: 'Lealtà per Benevento' non è un raggruppamento di 'ex' ma una realtà orgogliosamente viva dentro il Pd, in città e nella provincia'.

Altre immagini