In primo piano - Principe sottolinea l'inopportunità di Del Vecchio nell'aprire la sua campagna elettorale al Teatro Libertà

Principe sottolinea l'inopportunità di Del Vecchio nell'aprire la sua campagna elettorale al Teatro Libertà In primo piano

Vittoria Principe, candidato sindaco della citta' di Benevento, il giorno dopo l'apertura della campagna elettorale di Raffaele Del Vecchio (Pd) interviene con una nota per sottolineare a piu' riprese l’inopportuno utilizzo del “Teatro Libertà” da parte del vice sindaco e assessore alla Cultura Del Vecchio.

“Si è aperta ufficialmente la campagna elettorale del candidato sindaco del Partito Democratico, Raffaele De Vecchio, presso il “Teatro Libertà”. Premesso che si tratta di una struttura Comunale, ed egli ricopre ancora oggi l’incarico di vice sindaco dell’amministrazione Fausto Pepe, altro che discontinuità col passato, ritengo che tale scelta, sia stata del tutto inopportuna per due ordini di motivi.

Primo: vorremmo sapere se all’amministrazione Comunale è stato versata la quota di fitto per l’utilizzo della struttura che,  il vice sindaco ha utilizzato  per personali fini politici. Se questa domanda dovesse trovare riscontro positivo, ritengo, che l’amministrazione comunale abbia commesso una superficialità nell’accettare tale richiesta.

Secondo: è stato creato un precedente, per cui ora tutti i candidati, per finalità politiche potranno chiedere strutture comunali ed avere pari trattamento del Del Vecchio dall’ente proposto.

Il  buon senso politico avrebbe dovuto determinare, come detto, un diniego visto che la struttura è destinata a teatro e il Del Vecchio è attualmente ancora assessore alla Cultura del Comune. E’ la classica superficialità per la quale l’amministrazione comunale ancora oggi si contraddistingue nella gestione del bene pubblico.

Inoltre, per quanto riguarda i contenuti dell’apertura della sua campagna elettorale, il Del Vecchio si è soffermato molto sul concetto di futuro e di quanto si dovrà fare. Avremmo gradito un resoconto di quanto eventualmente fatto, perchè molti degli annunci fatti potevano e dovevano trovare già, sotto il suo doppio vice vicariato, la giusta attuazione”.

Altre immagini