Progetto Stinn - I Giovani Imprenditori di Confindustria a supporto delle imprese In primo piano

'Mai prima nella storia l'innovazione ha promesso cosi' tanto a tanti in cosi' poco tempo' lo ha sostenuto Bill Gates e lo confermano i giovani imprenditori che grazie al loro impegno favoriscono questa importante contaminazione di innovazione tra le imprese.

'Aiutare le imprese ad innovare  offrendo loro tutte le informazioni utili ed il supporto necessario è l’obiettivo del nuovo appuntamento del progetto Stinn avviato dai giovani imprenditori di Confindustria - ha dichiarato Pio Guarino, presidente del raggruppamento under 40 di Confindustria Benevento all’avvio di lavori della giornata informativa tenutasi oggi presso la l’Università degli studi Giustino Fortunato -. Fornire informazioni, aggiornare sulle opportunità e chiarire gli strumenti esistenti è obiettivo prioritario che perseguiamo a favore di imprese e studenti per innescare processi di sviluppo'.

La giornata ha visto l’intervento di Alessandro Ciotola di Startup Europa che ha fornito il suo contributo su tutte le opportunità offerte con il finanziamento attualmente in vigore 'Smart&start'. Il bando si rivolge a startup innovative di piccola dimensione e a team di persone che intendono costituire una start up innovativa. La dotazione iniziale era di 200 milioni di euro e ad oggi ne sono già stati utilizzati 180.000 che hanno finanziato la nascita di 150 per 2.850 nuovi posti di lavoro. 

Attraverso il team del progetto Stinn è possibile divulgare sempre di più le opportunità esistenti nel panorama europeo al fine di favorire la nascita di startup generando così reddito e occupazione.

Federica Tortora, specialista per l’Innovazione Intesa San Paolo Banco di Napoli, si occupa di startup dal 2012 e ha iniziato con il progetto 'officina innovativa', ella ha chiarito che la struttura San Paolo - Banco di Napoli  è dotata di un osservatorio che verifica l’evoluzione dell’innovazione e produce Innovation Trend Report grazie ai quali è possibile mappare tutte le innovazioni presenti. Sono molto interessanti alcuni dati che riguardano le biotecnologie e le nanotecnologie applicate ai vari settori e i materiali nuovi prodotti da scarti dell’agricoltura. Insomma attraverso un sistema all’avanguardia si riesce a matchare domanda ed offerta di innovazione e verificare da un lato il trend innovativo e dall’altro le tecnologie abilitanti.

Ida Palmieri, presidente Giovani Commercialisti ha analizzato tutte le tipologie societarie presenti fino alla creazione di startup, chiarendo vantaggi e svantaggi di ciascuna tipologia e dettagliando nello specifico la disciplina delle startup innovative. Di recente sono infatti state introdotte novità normative che consentono ad una startup di registrarsi con procedure più semplici e sempre per questa tipologie di imprese vi è un accesso preferenziale a fondo di garanzia per le PMI con procedure agevolate e tempi di delibera più veloci. Inoltre sempre per le imprese innovative vi sono canali dedicati sia per il Credito d’Imposta per il Mezzogiorno che per quello in Ricerca e Sviluppo.

Altre immagini