Referendum Costituzionale, Rivolta l'Italia Benevento scende in campo con due comitati per il NO In primo piano

Il Comitato Provinciale di Rivolta l'Italia, movimento che ha come riferimenti nazionale lìon. Giuseppe Moles e l'ex ministro Antonio Martino, annuncia la costituzione anche nel Sannio di due Comitati per il NO (uno a livello provinciale e l’altro a livello cittadino) per il referendum sulla Riforma Costituzionale del prossimo 4 dicembre.

“La nostra posizione - spiegano  Gianluca Vevoto  e  Maria Grazia Rumolo - non nasce da uno spirito di conservazione e di difesa ad oltranza della carta costituzionale, che in realtà a nostro giudizio deve essere attualizzata e rivista anche a seguito delle mutate condizione politiche e sociali del nostro Paese, ma dalla metodologia con cui si è arrivati a tale riforma, partita su impulso del Governo e basata sulla forza muscolare dei numeri e di un trasversalismo parlamentare non proprio rappresentativo della volontà popolare.

La riforma che ci viene proposta, quindi, a nostro giudizio è confusionaria; in essa si è mischiato il centralismo amministrativo con rappresentanza federale ed, inoltre, tenta di favorire un cancellierato forte attraverso il superamento del bicameralismo perfetto e non tramite l’individuazione - da parte dell’elettorato - del futuro premier.

Riteniamo, dunque - concludono -, che tale riforma, dato che interessa la legge fondamentale dello stato,  deve essere discussa e presentata attraverso organi opportuni (come una Assemblea Costituente) e il rafforzamento dell'esecutivo non può avvenire senza un pronunciamento della volontà popolare sull'indirizzo che deve avere l'esecutivo stesso, magari attraverso l'elezione diretta del Capo dello Stato e parlando, in maniera libera e senza farsi influenzare da falsi fantasmi del passato, di semipresidenzialismo”.

Altre immagini