In primo piano - Regionali, l'appello al voto di Mino Izzo. 'Io un moderno Caronte, ma voi siate partecipi del vostro futuro'

Regionali, l'appello al voto di Mino Izzo. 'Io un moderno Caronte, ma voi siate partecipi del vostro futuro' In primo piano

'Dopo tanti anni di vita politica, gli ultimi due dei quali vissuti senza incarichi istituzionali e di partito ma sempre con la gente, riproporsi e' quasi un atto di coraggio. A poche ore dalla chiusura della campagna elettorale sento il dovere di ribadire la richiesta della espressione della preferenza sul mio nome Izzo, ma sento ancora più forte il dovere morale di lanciare un appello: barrate il simbolo che sposa la vostra ideologia, scrivete il nome del candidato che ritenete idoneo e all'altezza di rappresentarvi, scegliete il migliore, individuate chi più ha fatto, chiudete gli occhi e scegliete a caso, fate quello che ritenete opportuno, ma recatevi nel vostro seggio elettorale e VOTATE!'

Così il candidato di Forza Italia al consiglio regionale Mino Izzo esorta al voto il popolo stanco e astensionista.

'Siate partecipi del vostro futuro, siate consapevoli delle vostre scelte, ma non lasciate unicamente agli altri la scelta che spetta anche a voi, perché poi arriveranno le decisioni che ricadranno anche nella nostra sfera giuridica'.

Un appello rivolto soprattutto ai giovani giacché secondo i sondaggi l'astensionismo si aggira tra il 40% e il 50% di cui il 33% è rappresentato da giovani tra i 18 e i 24 anni. Una stima che mira drasticamente a crescere. Dalle interviste e dalle analisi dei dati emerge, come motivo principale, l'esistenza di un grosso problema di comunicazione tra il mondo politico e i giovani.

'In questa tornata - prosegue il già senatore - voglio essere un moderno Caronte, il traghettatore che si pone come ulteriore obiettivo il rinnovamento e la guida delle nuove leve di Forza Italia che rappresentano il vero volano del nostro Sannio e del nostro Paese. Le opere di convincimento non devono e non possono essere le protagoniste indiscusse di una campagna elettorale, il finto buonismo e l'arrivismo non devono essere nell'entourage di un candidato al Consiglio Regionale.

Le uniche strategie consentite sono lealtà, onestà, propensione all'ascolto, pulizia morale, illibatezza dei comportamenti, serietà, rispetto degli altri e, soprattutto, delle norme.

È solo così che si crea un'alternativa al disincanto che regna sovrano tra un popolo esausto e che si sente ormai abbandonato.

È solo così che ostruzionismo e astensionismo possono essere spazzati via da una nuova fase di innamoramento per la vita politica'.

Mino Izzo si rivolge inoltre a tutti i cittadini dicendo: 'Continuate a contestare i partiti, i politici e le ideologie che non condividete, a sostenere le proprie tesi e le proprie proposte con fermezza e passione, ma fatelo con la consapevolezza che alla vita politica avete preso parte votando. Votare è un nostro diritto, ma non dimenticate che è altrettanto un vostro dovere! Buon voto a tutti'. 

Altre immagini