#rialzatibenevento, encomiabile cordata di solidarietà. I giovani vero fiore all'occhiello In primo piano

'La quiete dopo la tempesta': e' questa la frase postata su Facebook da una ragazza beneventana sotto la foto di un tramonto. Quiete che si spera persista perche' giornate come quelle di ieri non si ripetano. Il tramonto di ieri è il simbolo di quella voglia di ricominciare, di andare avanti. Basta poco per scoprire la bellezza della natura che ci circonda, ma altrettanto poco per capire quale sia la sua forza e quali siano i problemi che può creare.

Il bilancio di ieri è stato di due morti. C’è stato tanto spavento per tutti e soprattutto per chi è dovuto salire sui tetti della propria casa vedendo il livello dell’acqua poco a poco salire. Si registrano moltissimi danni economici ma al di là delle polemiche sull’amministrazione e sulla scarsa attenzione al sistema fognario si deve porre l’accento su quelli che sono stati i punti di forza in questa situazione.

Un lavoro duro e difficile è stato quello che ha impegnato il sindaco, l’amministrazione e le forze dell’ordine (tra cui l’esercito) per tutta la notte, nella giornata di ieri e ancora in queste ore. Ma c’è da sottolineare soprattutto il lavoro di tutti i cittadini beneventani e non, che sono stati i primi a segnalare ciò che stava accadendo e soprattutto i primi a munirsi di scarpe comode e pale per scendere in strada ad aiutare chi si trovava maggiormente in difficoltà.

'Noi giovani ci siamo messi in gioco e abbiamo contribuito a ripulire la nostra città, nonostante si dica che siamo dei buoni a nulla! Fianco a fianco ci siamo dati una mano e ti posso assicurare che ripulire quelle strade è stata la cosa che mi ha fatto sentire più realizzata nell'arco della mia giovane vita'. Questo è solo uno dei pensieri dei ragazzi che si sono mostrati attivi nella nostra città.

L’impegno continua anche nella giornata di oggi. Già dalle prime ore di questa mattina si sono ritrovati molti giovani nelle strade per continuare il loro lavoro. La solidarietà è stata mostrata da tutti: anche ragazzi erasmus che solo per pochi mesi vivranno nella nostra città sono stati prontissimi fin dalle prime ore di emergenza.

L’associazione ESN di Benevento si è mostrata da subito pronta ponendosi in contatto con la Caritas e con le varie associazioni umanitarie per aiutare chi ha avuto più danni. Ma soprattutto è scesa in strada per aiutare a rimettere in sesto la città che poco a poco sta tornando alla normalità.

Sui social network appare l’hashtag #rialzatibenevento ed è questo l’augurio per la nostra città che solidale, può rialzarsi con la forza dei suoi cittadini, e dei suoi giovani, che rappresentano il suo futuro.

ANGELA FAIELLA

Altre immagini