Rilancio del commercio nel centro storico, Del Vecchio ha incontrato gli esercenti del corso Garibaldi In primo piano

'Zona Franca Urbana per il centro storico di Benevento e per altre aree commerciali della citta'. Si tratta di una misura gia' sperimentata, con successo, al rione Ferrovia e al rione Liberta', dove sono state ben 425 le imprese che hanno usufruito di questa opportunità, ottenendo agevolazioni significative: esenzione dalle imposte sui redditi, sull’Imu e dall’imposta regionale sulle attività produttive ed esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente. Un percorso, questo, da condividere con il Ministero per lo Sviluppo Economico. Per quello che riguarda invece ciò che è di esclusiva competenza del Comune, da Sindaco promuoverò azioni volte a calmierare i costi di affitto dei locali commerciali, una delle problematiche più sentite tra gli operatori del corso Garibaldi'.

Così il candidato sindaco Raffaele Del Vecchio che, presso un locale cittadino, ha incontrato i commercianti del corso Garibaldi.

'Molteplici le cause che hanno determinato questo stato di crisi per il commercio, non tutte di natura locale: perdita del potere di acquisto dei cittadini, spostamento degli acquisti sul web, apertura dei grandi centri commerciali. Lo spopolamento del commercio nei centri storici sta interessando tutte le città medie, non solo Benevento, come segnalato da uno studio effettuato da Confcommercio e Unioncamere. I centri storici stanno mutando pelle: spariscono gli esercizi tradizionali e compaiono iniziative specializzate nel 'free time', il tempo libero'.

'È il caso del corso Garibaldi, storicamente specializzato nel settore dell’abbigliamento e delle calzature, tra i comparti più colpiti in assoluto dal commercio via internet. E se è vero che fa male vedere i negozi chiusi lungo il corso, è altrettanto vero che occorre il coraggio della riconversione. Alcuni lo stanno facendo, basti pensare a chi sta puntando sulla vendita di souvenir e di prodotti tipici locali, oggi possibile grazie ai turisti che giungono in città dopo il riconoscimento Unesco'.

'Saremo al fianco dei commercianti - conclude Raffaele Del Vecchio - anche con progetti specifici, per difendere chi già opera e per attrarre nuovi investimenti. Il percorso di rigenerazione economica del centro storico va costruito insieme: imprese e amministrazione'.

Altre immagini