In primo piano - Ritorna il servizio di bike sharing... ma la città non è pronta

Ritorna il servizio di bike sharing... ma la città non è pronta In primo piano

La buona notizia è che a Benevento è di nuovo attivo il servizio di bike sharing… La cattiva notizia è che Benevento non è una città per biciclette!

Ricordate il progetto della Provincia denominato “BeneBike”?

Sì? No? Così così? Ok, vediamo di fare un breve riassunto…

Nel lontano 2010 l’ing. Gianvito Bello ricopriva l’incarico di assessore alle Politiche Energetiche e ai Trasporti dell’Ente provinciale sannita  e a lui si devono le biciclette a pedalata assistita che - sotto l’ombrello della mobilità sostenibile - avrebbero dovuto abbattere le emissioni nocive in atmosfera e ridurre i volumi di traffico veicolare.

Un proposito davvero nobile, ma dall’idea al taglio del nastro passarono ben 4 anni e non furono certo rose e fiori: le ciclostazioni furono vandalizzate sia prima che dopo l’inaugurazione divenendo anche ricettacolo di immondizia - come non ricordare quel grosso televisore gettato nella ciclostazione di piazzale Carducci, praticamente sotto le finestre degli uffici della Provincia - mentre diverse bici furono rubate.

Frattanto, c’è qualcuno che rammenti di aver visto schiere di cittadini, i quali - mossi da uno spirito ambientalista, ecologista e chi più ne ha più ne metta - abbiano usufruito di tale servizio?

E’ notorio che alla “beneventana manera” pure per fare 100 metri, magari per andare a prendere il caffè al bar, si viaggia in automobile, vuoi mettere la comodità… Su come poi vengono effettuati i parcheggi si potrebbe aprire un capitolo a parte.

Bene, anzi male!

Ad un certo punto sul bike sharing in città sembrava essere calata un’eclissi totale e perenne, fino a quando pochi giorni fa la Provincia ci informa che: “E’ stato riattivato il servizio “BeneBike” per l’affitto di biciclette a pedalata assistita per la mobilità sostenibile nell’ambito urbano di Benevento”.

E ancora: “Solo recentemente, per decisione della Magistratura, le biciclette rubate sono rientrate in possesso del legittimo proprietario, e cioè appunto la Provincia, che ne ha dunque potuto disporre per riattivare un servizio che aveva ottenuto, a suo tempo, il gradimento da parte di molti cittadini”.

Come, come, come? Il servizio aveva ottenuto il gradimento da parte di molti cittadini?

Strano, in questi anni ci siamo occupati più volte del bike sharing a Benevento e - con grande rammarico - abbiano dovuto constatarne il clamoroso flop!

“BeneBike” è oggi gestito dal network “BicinCittà”, che ha sede legale e operativa nel Piemonte.

I costi del servizio sono i seguenti:

Abbonamento annuale:

20 euro/annui, comprensivi di 5 euro di precarica obbligatoria;

Utilizzo giornaliero:

0.50 € per i primi 30 minuti;

0.50 € per i secondi 30 minuti;

1.50 € per la seconda ora (o frazioni di ora);

3.00 € per la terza ora (o frazioni di ora);

5.00 € per tutte le ore successive alla terza (o frazioni di ora).

“Grazie all’intervento di BicinCittà - si legge in una nota ufficiale del network - BeneBike può disporre di un nuovo sviluppo e di un parco mezzi completamente ammodernato. Inoltre, le stazioni del servizio di bike sharing BeneBike di Benevento sono state completamente rimontate ex novo con le colonnine cicloposteggio e con la tecnologia BicinCittà.

Per poter usufruire dei mezzi di BeneBike gli utenti potranno acquistare l’abbonamento al servizio e sottoscrivere il contratto di utilizzo. Nel momento della sottoscrizione verrà rilasciata una card elettronica, associata in modo univoco all’utente. Passando la tessera sulla colonnina cicloposteggio, la bicicletta potrà essere prelevata in una delle sei stazioni presenti in città e restituita presso la stessa o una qualsiasi altra stazione del servizio BeneBike.

Tutti coloro che desiderano un abbonamento a BeneBike lo potranno acquistare attraverso i seguenti canali:

▪ Online sul sito www.bicincitta.com;  

▪ Presso l’Agenzia Viaggi “Rotolando verso Sud” in Via Giovan Battista Perasso 7;

▪ Presso il Panificio Caruso di via Via Nicola Sala 3”.

A parte queste informazioni di servizio, la nostra attenzione è stata catturata dalle seguenti due righe: “tutti i cittadini di Benevento, e non solo, visto l’imponente numero di turisti che ogni anno visitano la città, potranno usufruire delle biciclette di BeneBike per i loro spostamenti brevi”.

Aridanghete con i beneventani in bicicletta, qualcuno c’è ma sono davvero pochi, e comunque vorremmo sapere da dove sia stato desunto “l’imponente numero di turisti che ogni anno visitano la città”.

Volesse il cielo!

Infine, non bisogna essere certo degli ingegneri per capire che Benevento non è una città a misura di biciclette, perché non c’è garanzia di sicurezza per la cosiddetta utenza vulnerabile, ovvero i ciclisti.

Pertanto, questa sorta di bike sharing alla carlona proprio non ci piace.

ANNAMARIA GANGALE

annamariagangale@hotmail.it 

Altre immagini