S. BARTOLOMEO IN GALDO - La Provincia si fa garante per la bonifica della discarica in località Serra Pastore In primo piano

La Provincia di Benevento, anche in caso di eventuale revoca del finanziamento regionale, si fara' carico delle spese di progettazione esecutiva per la bonifica della discarica consortile in località Serra Pastore di San Bartolomeo in Galdo.

Lo ha reso noto il presidente della Provincia Claudio Ricci che ha firmato una delibera con la quale conferisce mandato al settore tutela dell'ambiente dell'Ente per l'attuazione del programma.

L’eventuale spesa a carico delle casse dell'Ente è pari a circa 290mila euro.

La bonifica dell'area di Serra Pastore nel centro del Fortore è un’opera assolutamente necessaria contro l'inquinamento ambientale e a garanzia della salute pubblica.

L’intervento è stato a suo tempo finanziato con 5,6 milioni di euro circa dalla Regione Campania e dall'Unione Europea.

La progettazione preliminare è stata curata dalla Provincia, affidataria dell'intervento generale.

Le opere, tuttavia, non possono essere concluse in tempo utile secondo il cronoprogramma stilato dalle autorità europee in quanto la discarica è sottoposta a sequestro da parte della magistratura.

Pertanto, in via cautelare, su relazione del settore responsabile il presidente della Provincia ha deciso di assumersi un parte degli oneri di progettazione definitiva per Serra Pastore qualora dovesse essere revocata la fonte di finanziamento da parte della Regione e dell'Unione Europea, molto rigide in quanto ai tempi di attuazione degli interventi approvati.

Peraltro, il Corpo Forestale dello Stato nello scorso mese di maggio ha notificato alla Provincia una autorizzazione temporanea emessa dalla Procura della Repubblica alla rimozione dei sigilli per l'accesso all'area di discarica.

Proprio per tale ragione - ha dichiarato Ricci - noi dobbiamo assicurare tutto il nostro impegno per l'intervento di bonifica in località Serra Pastore, considerandola come un'attività prioritaria. L'eredità di siti di discarica realizzate sul nostro territorio dalla Protezione Civile negli anni terribili dell'emergenza rifiuti è davvero intollerabile ed insopportabile: a tutela delle nostre popolazioni. Dunque, noi intendiamo esercitare ogni sforzo e fare quanto è nelle nostre possibilità per cancellare questo incubo”.

Altre immagini