In primo piano - Sandra Mastella insorge contro il 'manifesto selvaggio' e chiede punizioni per chi li affigge ed anche per chi li tollera

Sandra Mastella insorge contro il 'manifesto selvaggio' e chiede punizioni per chi li affigge ed anche per chi li tollera In primo piano

'Chiedo alle Autorita' preposte di far rispettare la legge e di non usare riguardo per nessuno, di nessun partito o lista. I candidati che si fanno pubblicita' con affissioni abusive, senza rispettare le regole, vanno sanzionati, duramente. In ogni caso, sono certa che saranno puniti dagli elettori. Chi si fa beffe delle norme, non è degno di sedere nei banchi della massima Istituzione elettiva della nostra regione'.

Sandra Lonardo Mastella, candidata al Consiglio regionale della Campania nella Circoscrizione di Benevento, insorge contro il 'manifesto selvaggio' e chiede a chi di dovere di 'intervenire con decisione'.

'A Benevento città, nell'intera provincia sannita - denuncia la candidata di Forza Italia - stiamo assistendo ad una vera e propria invasione di manifesti illegali, attaccati ovunque, fuori dagli spazi elettorali assegnati, addirittura sui muri dove è tassativamente vietata ogni forma di affissione.

L'odiosa pratica del manifesto selvaggio va stroncata, con fermezza - rincara Sandra Mastella -. Come pure va richiamato ai propri doveri chi tollera quel che non andrebbe tollerato, chi finge di non vedere, rasentando la complicità ed esponendosi, a sua volta, ad una formale denuncia.

Addirittura - conclude Mastella - si vedono in giro le gigantografie di alcuni noti candidati, i cosiddetti 6x6, assolutamente vietati nell'ultimo mese di campagna elettorale. Mi chiedo: a chi spetta il compito (il dovere) di intervenire con somma urgenza?'.

Altre immagini