In primo piano - SANT'AGATA DE' GOTI - Si attesta al 68,94% la raccolta differenziata nel 2014

SANT'AGATA DE' GOTI - Si attesta al 68,94% la raccolta differenziata nel 2014 In primo piano

Nell'anno 2014 la raccolta differenziata ha fatto registrare una media del 68,94%, con un ulteriore incremento rispetto alla già eccellente percentuale del 2013. Questi i dati ufficiali, che riguardano l'intero territorio comunale, forniti dalla ditta gestrice del servizio. Dati significativi che sanciscono definitivamente la netta inversione di tendenza rispetto al passato e che, in questi primi 3 mesi del 2015, risultano in ulteriore crescita.

Un servizio di raccolta potenziato e la sempre maggiore sensibilità dei cittadini hanno reso possibile questo enorme incremento che nasce da una precisa volontà dell'Amministrazione Valentino - sottolinea l’assessore alle Politiche Ambientali Luciano Iannotta -. Un dato, prosegue, in continua crescita, ottenuto grazie alla collaborazione di tutti ed al ritrovato senso civico per le tematiche riguardanti la tutela dell'ambiente e la salvaguardia del territorio, oltre che grazie ad un sistema di raccolta efficiente e tecnologicamente avanzato”.

Del resto il buon lavoro svolto in questi anni è stato anche certificato dai prestigiosi riconoscimenti conferiti al Comune di Sant’Agata de’Goti nell’ambito dell’evento “Comuni Ricicloni della Campania”. Il Comune saticulano, infatti, è risultato tra i dieci comuni campani - tra i 10.000 e 20.000 abitanti - con le migliori percentuali di raccolta differenziata. Secondo riconoscimento e ulteriore attestato di merito per Sant’Agata de’ Goti come “Comune Riciclone” che ha superato il 65% di raccolta differenziata.

Sono stati premiati lo sforzo e l'attenzione profusi da questa Amministrazione per un servizio essenziale per la comunità - ha commentato il sindaco Carmine Valentino -. Siamo riusciti, in questi anni, a cambiare radicalmente le modalità di raccolta e ad avere una percentuale di differenziata che si avvicina sempre più al 70%. Qualcosa di straordinario se pensiamo alla situazione ereditata”.

 

Altre immagini