In primo piano - Sciopero dei medici, Ianniello: 'Non contro i pazienti ma in difesa del diritto alla salute'

Sciopero dei medici, Ianniello: 'Non contro i pazienti ma in difesa del diritto alla salute' In primo piano

L'agitazione si rende necessaria per 'sottolineare il concreto rischio che nei prossimi anni, in assenza di un progetto di respiro nazionale sulla sanita', sia vanificato il diritto costituzionale alla tutela della salute'.

'Gli Stati generali dei medici e degli odontoiatri del 21 ottobre e la manifestazione del 28 novembre non hanno sortito alcuna risposta da parte delle Istituzioni, la mancata attenzione della politica 'ha costretto i medici a questo passo, che è sempre difficile e doloroso'.

Come OMCeO facciamo nostre le ragioni dello sciopero indetto dai sindacati medici, anche se la modalità di protesta è prettamente sindacale ed estranea alla natura della degli Ordini, che è ente ausiliario dello Stato'.

Lo spiega Giovanni Pietro Ianniello, presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Benevento, commentando lo sciopero generale indetto unitariamente dalle associazioni di categoria per il 16 dicembre.

'Molto spesso come cittadini ci lamentiamo per i disagi dello sciopero con chi protesta. Ma dovremmo cambiare l'obiettivo delle accuse e prendercela con chi costringe a scioperare, con chi è sordo alle richieste e agli appelli. È necessario che il Cittadini comprendano che la riduzione dei finanziamenti in sanità comporta inevitabilmente una riduzione dei servizi al cittadino e il moltiplicarsi delle difficoltà per i medici'.

Altre immagini