Sicurezza alimentare: sequestrato un quintale di carne suina mancante dei bolli sanitari In primo piano

Il personale del Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Benevento impegnato nel settore agroalimentare, di concerto con l'ASL BN 1 di Montesarchio, ha effettuato capillari controlli  finalizzati alle verifiche nel filone delle carni in alcuni punti vendita della provincia.

Gli accertamenti sono stati orientati al riscontro dell’idoneità igienico-sanitaria  dei locali e della corretta vendita delle carni sotto il profilo dell’etichettatura, della tracciabilità, ecc.

Nel corso delle operazioni è stata accertata, presso un punto vendita, la presenza di un quintale di carne suina priva dei bolli sanitari, in difformità delle  normative U.E. e nazionali.

La mancanza del bollo, apposto dai veterinari dell’ASL, prevista dai dettami delle norme che regolano la materia, non consente di riscontrare tra l’altro la provenienza certa. Per tale motivo la carne è stata sottoposta a sequestro.

Il Corpo Forestale dello Stato, affrontando l’allarme sicurezza/cibo contrasta l’eventuale introduzione di alimenti animali non sicuri garantendo ai consumatori, soprattutto attraverso la verifica della tracciabilità e della provenienza, la salubrità degli alimenti.

Il comandante provinciale del CFS Gennaro Curto rassicura che in tutta la provincia di Benevento proseguiranno i controlli nella filiera agroalimentare sostenendo tutte quelle attività indotte ai sinonimi di qualità igienico-sanitaria, nutrizionale ed organolettica.

Altre immagini