In primo piano - Stir di Casalduni: resta invariata a 199,03 euro per tonnellata la tariffa di conferimento rifiuti

Stir di Casalduni: resta invariata a 199,03 euro per tonnellata la tariffa di conferimento rifiuti In primo piano

Nessun aumento di tariffa rispetto ai precedenti esercizi finanziari.

Su conforme richiesta della Samte, il presidente della Provincia di Benevento ha determinato oggi l’importo della tariffa per lo smaltimento dei rifiuti presso lo Stir di Casalduni per l’anno 2018.

L’importo resta dunque fissato a 199,03 euro per tonnellata oltre all’IVA.

Com’è noto, la tariffa di conferimento è principalmente determinata dalle due seguenti voci di costo:

A) obbligo di legge di copertura delle spese degli impianti di discarica aperti sul territorio sannita dal Commissariato per l’emergenza rifiuti (anni 1993 - 2009):

1. Sito Di Stoccaggio Ecoballe Casalduni - Area Stir 

2. Sito Di Stoccaggio Ecoballe Casalduni - Loc. Fungaia

3. Sito Di Stoccaggio Ecoballe Fragneto Monforte Toppa Infuocata

4. Discarica San Bartolomeo in Galdo - Serra Pastore

5. Discarica Montesarchio - Località Tre Ponti

6. Discarica Sant’Arcangelo Trimonte - Loc. Nocecchie

7. Discarica Consortile Sant’Arcangelo Trimonte

8. Impianto di Compostaggio di Molinara.

B) copertura del costo di conferimento al termovalorizzatore di Acerra (NA) della frazione secca tritovagliata (lavorata dallo Stir di Casalduni) pari ad € 70,00/ton., come stabilito da un Decreto dirigenziale della Regione Campania.

“Ancora una volta abbiamo tenuto conto delle esigenze del territorio - ha dichiarato Ricci -. Non abbiamo introdotto aumenti nella tariffa perché comprendiamo benissimo quale sia l’andamento dell’economia su scala locale. Del resto non abbiamo autorizzato aumenti nemmeno per le altre Imposte di competenza provinciale. Ancora una volta le nostre tariffe per il conferimento rifiuti sono le più competitive della Campania e restano invariate. Siamo ancora una volta riusciti a tenere il punto di equilibrio tra spese obbligatorie e necessità di garantire il funzionamento dell’impianto e la corretta gestione del ciclo rifiuti. Senza dimenticare le sacrosante esigenze dei dipendenti dello STIR di Casalduni che si aspettano di non veder compromesso il proprio posto di lavoro”.

Il presidente ha così concluso: “Il Consiglio di Stato a giugno scorso e il TAR Campania ieri l’altro hanno riconosciuto la piena rispondenza alle leggi delle mie decisioni sulla tariffa di conferimento rifiuti. Sono certo che il Sannio, sulla scorta di queste scelte, potrà continuare ad avere le attuali buone performance di gestione del ciclo rifiuti”.