Strepitoso successo per il Concerto di Capodanno al Teatro Massimo di Benevento In primo piano

Una tradizione che dura da ventisette anni, un evento beneaugurante per salutare l'anno nuovo, un messaggio positivo: 'la forza della musica travalica tutti gli steccati ideologici, politici o religiosi e arriva dritta al cuore', questi gli ingredienti - pochi ma buoni - alla base del Concerto di Capodanno che ha fatto registrare il tutto esaurito anche stavolta al Teatro Massimo di Benevento.

Eccezionalmente svoltosi alle 19.00 anziché alle 11.00, lo spettacolo ha inondato il vasto pubblico di 'good vibrations' che ha risposto con fragorosi e prolungati applausi.

Due ore volate via come il battito d'ali di una farfalla in cui il Maestro Leonardo Quadrini ha diretto magistralmente l'Orchestra Sinfonica Nazionale Bulgara.

Il Concerto si è aperto con la sinfonia 'La forza del destino' di Giuseppe Verdi, quindi è stato tutto un piacevole susseguirsi di brani di Strauss, Williams, Monti e Brahms.

A metà Concerto, sul palco ha fatto il suo ingresso un solista di eccezione: Gianmario Strappati, giovanissimo anconetano di talento, che con la sua fedele tuba si è già esibito in svariati concerti in Italia e all'estero ricevendo numerosi riconoscimenti, inoltre, ha registrato sia per la Rai che per Sky ed ha inciso per la casa discografica Concerto Music Media.

Questo virtuoso della tuba, classe 1999, ha suonato insieme all'Orchestra il Concerto di Williams, composto dei tre momenti allegro, andante e allegro, e la celebre 'Czardas' di Vittorio Monti in una versione speciale per tuba e orchestra.

Professionale, amabile e una punta ironico il presentatore Tonino Bernardelli, che ha introdotto i brani.

In un clima di crescente entusiasmo il M° Quadrini ha concesso ben quattro bis ad un pubblico mai pago di splendida musica.

Una leggera vena polemica, quel tanto che basta ma che non va sottaciuta, è stata inserita con classe durante lo spettacolo sull'assenza delle istituzioni, o meglio sulla presenza dell'unico Ente pubblico che ha creduto nell'evento: l’Ente Provinciale per il Turismo.

Ricordiamo, infatti, che il Concerto di Capodanno è inserito nel cartellone di eventi 'Natale Arcobaleno', promosso dall'Ept d'intesa con il Comune, ed organizzato dalla cooperativa “Musicainsieme” e diversi sono stati gli amici che hanno contribuito in maniera tangibile alla sua realizzazione, uno su tutti: la Uil Avellino/Benevento, il cui segretario generale aggiunto Fioravante Bosco era presente in sala più sorridente che mai.

Che dire... ancora una volta ha trionfato la musica, quella bella e di spessore, linfa vitale di tutti gli animi dalla spiccata sensibilità

ANNAMARIA GANGALE

annamariagangale@hotmail.it

Foto di Antonio Caporaso - www.antoniocaporaso.it

Altre immagini