Successo al Modernissimo di Telese Terme per la proiezione di Cimiteriol In primo piano

Sala piena al Modernissimo, con gli studenti dell'IIS Telesi@ di Telese Terme, all'incirca 400, partecipi ed entusiasti spettatori della mattinata di proiezione di Cimiteriol. Il Cinema Modernissimo di Telese Terme ha accolto il cortometraggio realizzato con i ragazzi dell'IPM di Airola per la regia di Vincenza Di Caprio.

Un breve momento introduttivo, con gli interventi del sindaco della cittadina termale Pasquale Carofano, alla sua prima uscita pubblica dopo la riconferma alle elezioni comunali di qualche giorno addietro, del dirigente scolastico del Telesi@ Domenica Di Sorbo e dei vertici del carcere minorile di Airola, rappresentato dal direttore Antonio Di Lauro, accompagnato dal coordinatore area tecnica, Rosa Vieni. Presenti anche alcuni tra i ragazzi protagonisti del cortometraggio, finanziato dal Ministero di Grazia e Giustizia e presentato in anteprima al Pan di Napoli lo scorso 23 marzo.

Oltre ai saluti, negli interventi si è registrata la riflessione sulla forte valenza sociale del progetto, ispirato a una tematica particolarmente delicata come quella del traffico di organi, affiancandovi, con la regista Di Caprio, anche una prospettiva più direttamente cinematografica. Di chiara impronta gotica e sperimentale, tratto dall’atto unico di Tato Russo, il corto è un racconto surreale, a tratti divertente e grottesco, che ha coinvolto e interessato la platea studentesca. Applausi al termine della proiezione, a cui ha fatto seguito un breve dibattito tra studenti, regista e ragazzi dell’Ipm, con domande, curiosità e riflessioni conclusive.

Altre immagini