In primo piano - Successo per il II Festival Internazionale di Musica Classica Sinfonica al Teatro Romano

Successo per il II Festival Internazionale di Musica Classica Sinfonica al Teatro Romano In primo piano

Nella suggestiva cornice del Teatro Romano di Benevento si e' tenuto il II Festival Internazionale di Musica Sinfonica, promosso dall'Associazione Mozart Italia con sede provinciale nella città capoluogo, ma quella nazionale si trova in Rovereto.

La gradevole serata estiva è stata presentata da Francesco Vitulano e registrata da TV7 Benevento. Nella cavea erano disposti i Maestri dell’Orchestra Sinfonica Giovanile “Samnium Ami”, diretta magistralmente dal Direttore Arturo Armellino.

L’evento musicale è cominciato alle 21.15, con l’esecuzione del Concerto per pianoforte e orchestra n° 5, Op (Opera) 73 “Imperatore”, di Ludwig Van Beethoven, composta tra il1809 e il 1810, in tre movimenti: allegro; adagio; rondò-allegro. Sublime l’interpretazione strumentale dei 56 componenti, ma il protagonista è stato il pianoforte, suonato con una tecnica raffinata dal M° Giovanni Alvino, che ha incantato il pubblico seduto nelle gradinate del Teatro Romano.

A conclusione del primo tempo è intervenuto il critico d’arte Vittorio Sgarbi. Il mattatore ferrarese tra il serio e il faceto apprezzando le qualità artistiche dell’orchestra ha lanciato bordate all’incapacità di governare il Paese di Matteo Renzi, del ministro dell’Interno Angelino Alfano e del sindaco di Roma Ignazio Marino. Conversando amabilmente con Francesco Vitulano e i Maestri Alvino ed Armellino, ha ricordato una puntata di Maurizio Costanzo Show, nel 1992. Tra gli ospiti suonava nello spettacolo televisivo un giovane talentuoso Giovanni Alvino, che Sgarbi tenne a battesimo e gli augurò il successo. Il prof. Sgarbi ha ripetuto più volte: “Sono il padrino di Alvino”. E’ stato pungente, poi, con Berlusconi “Si ispira al conte Raffaello Mascetti in Amici miei”, con il presidente del Consiglio “Il suo modello è Leonardo Piraccioni”. Ha ironizzato anche sulla propria E' vita paragonabile all’opera del Don Giovanni di Morzat.

Il secondo brano proposto la sinfonia n.6, in Si minore Op. 74 “Patetica”, di Pёtr Il’ič Čajkoskij. Si tratta dell’ultima sinfonia, eseguita nove giorni prima della sua morte, il 16 ottobre 1893, in San Pietroburgo, in quattro movimenti: adagio; allegro con grazia; allegro molto vivace; finale con adagio lamentoso.

NICOLA MASTROCINQUE

Altre immagini