TELESE TERME - Alla Fondazione 'G. Romano' si presenta il libro 'I neuroni alla riscossa' di Antonietta Pezzullo In primo piano

Mercoledi' 7 ottobre, alle ore 18.30, la Fondazione Gerardino Romano, sita presso la sede sociale di Piazzetta G. Romano 15, a Telese Terme, accoglie Antonietta Pezzullo. All'incontro, coordinato da Felice Casucci, si presenta il libro I neuroni alla riscossa, Caosfera, 2015.

Una storia autobiografica tra il sé di fuori e il sé di dentro: una quarantenne separata con figlio a carico e stress emotivo al seguito, bibliotecaria, appassionata di libri, cinema e cultura, “bombardata continuamente da impulsi contrastanti inviati dagli inquilini dell’ultimo piano”, i suoi neuroni, prova a farsi forza, affrontando l’incertezza del domani attraverso un arduo bilanciamento tra il cuore e la ragione.

Un’opera originale, sincera, dolorosa e umoristica al tempo stesso, un atto di liberazione sulla strada di una possibile salvezza umana, dove scienza e letteratura si alleano per raccontare la vita quotidiana, la vita di sempre, come modello pedagogico, che si muove sullo sfondo di una realtà nebulosa, nella quale è difficile orientarsi, discernere e ritrovarsi.

Sono le parole a rivelare il potere segreto di quel che siamo, “in cerca di luce / che l’occhio stanco non vede”. Con Anais Nin, citata in esergo, la scrittura è l’atto creativo di un mondo tutto proprio “in cui poter respirare”.

_________

Antonietta Pezzullo è nata a Sidney, ma ha vissuto gran parte della propria infanzia in un paese del beneventano. A vent’anni si è trasferita a Roma, dove tutt’ora vive, realizzando il suo sogno di indipendenza. Laureata in Lettere e Filosofia, ha lavorato presso vari Istituti culturali di Roma. Nel 2011 é stata premiata al Concorso letterario Nazionale Opera Uno, con la raccolta di poesie Orizzonti di nebbia.

Altre immagini