Terremoto nel Centro Italia, la solidarietà dei sindaci sanniti In primo piano

Appresa la notizia del violento sisma che si è abbattuto nel centro Italia provocando numerose vittime e feriti, in particolare nella cittadina di Amatrice, i sindaci del Sannio beneventano esprimono - a nome delle rispettive Amministrazioni e comunità - i sentimenti di viva solidarietà e vicinanza a tutte le popolazioni colpite.

Giuseppe Tommaselli, sindaco di Foglianise

“Abbiamo avuto il privilegio di stringere con la comunità di Amatrice e con i suoi amministratori in occasione della trasmissione Rai “Mezzogiorno in famiglia”  un sincero legame di amicizia e rispetto. Questa mattina infatti appresa la notizia della triste sciagura i giovani di Foglianise si sono immediatamente messi in contatto con gli amici di Amatrice che hanno confermato la drammaticità della situazione e l'amarezza di aver perso tutto. Abbiamo quindi deciso con il vicesindaco Giovanni Mastrocinque e l'intera Giunta comunale di avviare in concomitanza con la Protezione civile di Foglianise e la Parrocchia una gara di solidarietà”.

Un pensiero di vicinanza alle popolazioni colpite anche del vicesindaco Giovanni Mastrocinque: “Mi associo alle espressioni di solidarietà espresse dal sindaco a tutte le comunità coinvolte dalla tragedia. La recente amicizia con la comunità laziale di Amatrice ci vede più coinvolti e solidali che mai difronte a questa tragedia. Sto seguendo con apprensione le notizie che ci provengono dalle terre colpite e condivido con loro lo sgomento e le lacrime per i defunti”.

Pasquale Carofano, sindaco di Telese Terme

“Il violento sisma che si è abbattuto nell'area del Centro Italia è un evento tragico che lascia tutti noi attoniti e profondamente scossi per l'elevato numero di vittime e feriti che ha provocato. A titolo personale, dell'Amministrazione comunale e dell'intera Città di Telese Terme intendo esprimere in modo presente e concreto la nostra commossa solidarietà e vicinanza a tutti i centri investiti dalla immane tragedia. Abbracciamo con la mente e con il cuore tutti i paesi, tutte le popolazioni che hanno subito danni dal sisma specialmente le famiglie che piangono la perdita dei propri cari e che in un drammatico istante hanno perso tutto.

Sin dalle prime ore, tramite i mezzi di comunicazione, ho seguito gli sviluppi del devastante fenomeno tellurico e ho notato una crescente onda di solidarietà che sono convinto si propagherà significativa e imponente anche dal Sannio, terra che di fronte a questi terribili tragedie rinnova ancora il dolore per le vittime del sisma irpino di trentasei anni fa”.

Altre immagini