Truffe ad anziane sole: arrestato dalla Mobile pluripregiudicato 42enne In primo piano

Gli agenti della terza sezione della Squadra Mobile di Benevento, alle prime luci dell'alba di questa mattina, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Luca Accetta, 42enne napoletano pluripregiudicato, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Benevento e richiesta dal pubblico ministero Assunta Tillo, per i reati di rapina, truffa anche nella fattispecie prevista dal secondo comma che punisce chiunque mediante artifici e raggiri ingenera il timore di un pericolo incipiente.

In particolare l’uomo  prospettava alle vittime (generalmente anziane donne sole) - delle quali aveva nei giorni precedenti seguito e studiato le abitudini - un pericolo immaginario causando l’errata convinzione che un loro stretto familiare versasse in condizione tali da richiederne l’aiuto tramite il “truffatore”.

Quest’ultimo, talvolta in concorso di altra persona al momento ancora da identificare, persuadeva le vittime a farsi consegnare delle somme di denaro o convincendo le anziane a salire sulla propria autovettura per recarsi presso l’abitazione o presso qualche sportello bancomat.

Dopo il prelievo da uno degli sportelli automatici, il truffatore avrebbe messo a segno la rapina della quale è accusato: una volta fatta accomodare l'anziana all'interno della sua auto, le avrebbe sottratto la somma di 2.650 euro in contanti, l'orologio e due fedi in oro.

Luca Accetta, reo delle numerose truffe, è stato identificato anche attraverso il monitoraggio delle telecamere cittadine e quelle in uso ai vigili urbani.

Tale reati, commessi nella città di Benevento nei primi quattro mesi dell’anno in corso, hanno determinato un comprensibile allarme che, solo grazie all’acume e all’impegno degli investigatori della Questura sannita, coordinati dalla sempre attenta azione dell’autorità giudiziaria, è stato possibile scoprire.

La Questura di Benevento invita la cittadinanza a visionare attentamente la foto al fine di segnalare altre possibili azioni delittuose poste in essere ed eventualmente non denunciate.

Altre immagini