Un anno di amministrazione Mastella, Principe: 'Si è consumato tra tricche e ballacche e un dissesto sulle spalle' In primo piano

Vittoria Principe, giornalista di lungo corso ed esponente del Partito Democratico, compie una disamina sul primo anno da sindaco della città di Benevento di Clemente Mastella.

Ecco quanto scrive.

“È trascorso un anno dall’insediamento a Palazzo Mosti del sindaco Clemente Mastella. Sì, tra speranze e amare certezze di una insipienza, è passato un anno. Nulla di cambiato riscontriamo nella vita quotidiana beneventana. Tutto è rimasto come prima, anzi, ci troviamo con un dissesto sulle spalle e con tasse elevate ancor di più. Tante erano le speranze che i cittadini avevano riposto nella venuta dell’uomo di Ceppaloni, tanti gli annunci dello stesso candidato su cosa fare e come fare. Ma tutto si è consumato in fretta e fin dalle prime azioni amministrative, si è compreso come la città avesse fatto una scelta sbagliata e condizionata più dalla suggestione che da quanto realmente si poteva fare.

Siamo passati alla ribalta nazionale per il caso mensa, per l’inaugurazione della sala giochi con le Iene, per la questione del commercio in coma irreversibile, per i servizi sociali inadeguati alla richiesta dei concittadini meno abbienti, per una cultura evanescente, fatta solo di feste, festini e i soliti triccaballacchi, il mancato dialogo con le parti sociali, la paventata ipotesi di chiusura del pattinodromo e del L@p Asilo 31, una città sporca senza una adeguata manutenzione degli spazi  a verde, a cui l’amministrazione risponde con i soliti proclami spot ed un improvvisato fai da te che vede protagonisti dinanzi a telecamere gli stessi amministratori che con abiti firmati puliscono angoli di città, la prostituzione che si espande a macchia d’olio, ecc.

A tutto le risposte del primo cittadino sono vuoti annunci a reti unificate come è solito fare il presidente della Repubblica a fine anno. A questo va aggiunta la revoca di alcuni assessori, le dispute tra assessori, consiglieri e dirigenti comunali, insomma un quadro a dir poco preoccupante. Alla luce di tutto ciò, invochiamo  le parti politiche e sociali ad aprire un confronto al fine di individuare percorsi, strategie, soluzioni per risolvere le problematiche della città di Benevento dinanzi ad Amministrazione incapace e lontana dalla quotidianità che per senso di responsabilità dovrebbe liberare il Palazzo”.   

Altre immagini