In primo piano - 'Una voce per Padre Pio' onore e vanto dell'intero Sannio. Mazzone: 'Creeremo anche un premio giornalistico internazionale'

'Una voce per Padre Pio' onore e vanto dell'intero Sannio. Mazzone: 'Creeremo anche un premio giornalistico internazionale' In primo piano

Il giorno 16 luglio a piazza santissima Annunziata di Pietrelcina e' stata registrata la XVII edizione del programma televisivo Una voce per Padre Pio. L'evento non è stato trasmesso in diretta a causa degli accaduti internazionali ma sarà in programmazione su Rai Uno il 23 luglio alle ore 20.35 e su Rai International.

Per l’occasione benefica sono stati coinvolti numerosi grandi artisti come gli Stadio, Dolcenera e Michele Placido. Il fine, come tutti gli anni, è quello di inviare un messaggio di pace e solidarietà in ricordo di San Pio. La raccolta fondi di quest’anno, cui si può partecipare donando 2 euro con l’invio un SMS o con una chiamata da rete fissa Vodafone o TWT al 45501, sarà destinata alla realizzazione di un ospedale in Costa D’Avorio.

Il vicesindaco e assessore al turismo di Pietrelcina Salvatore Mazzone afferma che i pietrelcinesi hanno accolto calorosamente gli artisti e l’intera manifestazione, consapevoli dell’importanza e della visibilità che offre un evento televisivo, trasmesso in Italia e all’estero, per la promozione del territorio, consentendo un turismo a medio e lungo periodo.

Una voce per Padre Pio” è solo uno tra i grandi eventi organizzati a Pietrelcina.

Il progetto che stiamo sviluppando - afferma Salvatore Mazzone - riguarda la valorizzazione non solo di Pietrelcina ma dell’intero Sannio puntando su un turismo che non sia solo religioso ma anche culturale, gastronomico e paesaggistico rivolgendosi dunque anche ad un altro target. Abbiamo deciso di prendere ad esempio il modello turistico Umbria-Assisi organizzando almeno tre-quattro grandi eventi di taratura internazionale durante l’anno come avviene in quei territori. Due degli eventi si concentreranno tra novembre e aprile per creare maggior affluenza turistica in questo periodo dell’anno”.

Il sogno è di far sì che Pietrelcina diventi un centro ecumenico internazionale, incontro di tutte le religioni. “Partendo da questa visione - afferma il vicesindaco - ci siamo poi spostati sul giornalismo che vorremmo trattare sempre dal punto di vista dell’ecumenismo. Vogliamo creare un riconoscimento giornalistico internazionale premiando il miglior giornalista cristiano, buddista e così via”.

La rassegna Jazz che ha ospitato negli anni artisti del calibro di Bollani e Danisi è, invece, ormai un appuntamento fisso dell’estate pietrelcinese. Quest’anno il progetto è stato ampliato con l’obiettivo di creare gemellaggi europei nel corso di due-tre anni assumendo una dimensione sempre più internazionale. La manifestazione si svolgerà tra il primo e il dodici agosto con il fine di coniugare musica e luoghi e creare un’atmosfera unica valorizzando ulteriormente il territorio e ponendo l’accento sulle potenzialità della nostra terra.

Dunque - conclude il vicesindaco - vogliamo promuovere la diversificazione e la creazione di nuovi circuiti turistici che siano sempre complementari alla figura di San Pio. Stiamo pensando alla valorizzazione e allo sviluppo del territorio e del turismo attraverso eventi che si svolgono da anni a Pietrelcina ovvero il presepe vivente e il jazz e nuovi eventi ovvero un premio giornalistico, il cui progetto è in fase embrionale, con l’obiettivo di farlo diventare tappa fissa a Pietrelcina ed un evento relativo al turismo gastronomico. È inoltre rilevante ricordare che il programma televisivo “Una voce per Padre Pio” dona ogni anno visibilità nazionale e internazionale a Pietrelcina attraverso il media della televisione”.

ANGELA FAIELLA

Altre immagini