In primo piano - Unicef, in Prefettura le celebrazioni per la 'Giornata Universale dei diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza'

Unicef, in Prefettura le celebrazioni per la 'Giornata Universale dei diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza' In primo piano

Si celebra venerdi' 20 novembre, in Prefettura, la Giornata Universale dei diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza istituita in Italia dalla legge 176/91 nel rispetto della ratifica della Convenzione ONU del 1989.

La Giornata, organizzata dalla Prefettura e dall’Unicef provinciale con il patrocinio del Conservatorio di Musica “Nicola Sala”, è una importante occasione per riflettere sui diritti dei cittadini più giovani e sul supporto che la nostra comunità riesce a dare alla loro crescita e al loro sviluppo pur nell’estrema difficoltà dei tempi.

E’ anche il momento delle verifiche dei tanti progetti che l’Unicef attua sul territorio, nelle scuole di ogni ordine e grado, nell’Università, presso le Amministrazioni comunali e la società civile tutta per promuovere e diffondere il rispetto dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

L’evento di quest’anno si intitola “Identità Plurale”, a rappresentare lo scopo educativo dell’Unicef nei confronti dei ragazzi che devono acquisire un’identità globale per capire veramente i problemi del loro tempo.

E’ prevista, dopo le introduzioni del prefetto e del presidente Unicef, la partecipazione del dirigente UST e del sindaco di Benevento.

Ampio spazio è dedicato alla presenza dei ragazzi, sindaci junior e rappresentanti degli Istituti scolastici che chiedono ai sindaci delle “Città Amiche” un impegno più intenso per la concreta fruizione dei propri diritti e la sottoscrizione del Piano di Azione 2016.

Due Amministrazioni comunali del nostro territorio, Airola e Montesarchio, aderenti al progetto Unicef “Città Amiche dei Ragazzi”, con apposita delibera, hanno deciso di concedere la cittadinanza onoraria a due giovani immigrati residenti nei Comuni di competenza.

E’ un proposta che l’Unicef e l’Anci, da tre anni, fanno ai sindaci delle Città Amiche in attesa che la legge che riguarda la cittadinanza venga modificata.

E’ un gesto di rispetto della dignità di ogni persona, è un gesto di giustizia che assume, in questi giorni estremamente difficili, importanza particolare.

Sarà il Conservatorio di Musica “N. Sala” a concludere la manifestazione con “Omaggio all’Infanzia” dedicato alle speranze di un futuro migliore di cui i nostri cittadini più giovani devono essere gli splendidi protagonisti. 

Altre immagini