Unisannio Cultura: criticità e 'best practices' nel percorso di uscita delle donne vittime di violenza di genere In primo piano

Si è tenuto questo pomeriggio a Palazzo San Domenico il convegno Uscita in sicurezza. Criticità e 'best practices' nel percorso di uscita delle donne vittime di violenza di genere, organizzato, nell'ambito del progetto Unisannio Cultura dall'ateneo sannita e dall’Osservatorio Regionale della Campania sulla violenza contro le donne, con il patrocinio di Prefettura di Benevento e Consiglio Regionale della Campania.

Rappresentanti istituzionali, professionisti e responsabili dei centri antiviolenza locali e delle associazioni del territorio, che si occupano di violenza di genere, sono intervenuti perché anche attraverso la conoscenza e la formazione si può prevenire oppure si può far emergere un sommerso che riguarda una percentuale troppo alta di donne.

“L’educazione - ha spiegato il rettore Filippo de Rossi - è l’aspetto su cui punta l’Università. Da qui, infatti, la necessità di organizzare momenti di confronto per comprendere il fenomeno della violenza sulle donne e sensibilizzare su comportamenti corretti”.

È intervenuto anche il questore di Benevento Giuseppe Bellassai: “La Polizia di Stato - ha dichiarato - tenta di fare la propria parte con un monitoraggio continuo del fenomeno che a Benevento sembra avere un trend di crescita preoccupante. Siamo vigili in termini di repressione, ma sosteniamo con convinzione i momenti di prevenzione”.

L’Osservatorio femminile regionale sta facendo la sua parte per non lasciare sole le donne vittime di violenza. “Il fenomeno - ha spiegato il presidente dell’Osservatorio Rosaria Bruno - è mondiale e trasversale. Permea tutte le fasce sociali coinvolgendo il 3% della popolazione mondiale. È necessario educare le donne a riconoscere la violenza che non è solo fisica ma può essere anche psicologica ed economica. Si tratta di una problematica complessa che investe sfere particolari come la necessità di proteggere i figli, il sentimento di fallimento del ruolo di donna, la consapevolezza di aver scelto deliberatamente il partner. Esistono però azioni di governo a cui le donne possono far riferimento per non sentirsi sole. Da qui l’importanza di renderle note”.

Tra gli interventi anche quelli di Erminia Mazzoni, vice sindaco di Benevento; Paola Galeone, prefetto di Benevento; Marilisa Rinaldi, presidente del Tribunale di Benevento; Ilenia Sanso, psicologa e psicoterapeuta dell'Associazione Spazio/Donna Caserta; Maria de Luzenberger, procuratore capo presso il Tribunale per i minorenni di Napoli; Antonella Napolitano, presidente Comitato Unico di Garanzia dell’Università del Sannio.

Ha introdotto l’incontro Ornella Amore, docente dell’Università del Sannio e membro della Commissione Comunicazione di ateneo.

Altre immagini