Vertice in Prefettura sul crollo dell'argine del Lungosabato Matarazzo In primo piano

Convocata dal prefetto di Benevento, Paola Galeone, si è tenuta questa mattina, presso il Palazzo del Governo, una riunione di coordinamento in relazione al crollo di una parte del muro di sostegno dell’argine in sx orografica del fiume Sabato verificatasi nella mattina di ieri, mercoledì 4 febbraio 2015, a Benevento in Via Don Emilio Matarazzo (Rione Libertà).

All’incontro, coordinato da Maria De Feo, vicecapo di Gabinetto della Prefettura, hanno partecipato il sindaco di Benevento Fausto Pepe, l’assessore ai Lavori Pubblici Cosimo Lepore, il comandante della polizia municipale, Giuseppe Moschella; l’architetto Isidoro Fucci del Comune di Benevento; l’architetto Raffaele Rapuano della Provincia di Benevento; Michele Di Tullio, comandante provinciale dei vigili del fuoco; il vice questore aggiunto Alessandro Salzano; il tenente Angelo D’Aiuto del Comando Provinciale dei Carabinieri; Giuseppe Di Martino del Genio Civile.

I presenti hanno esaminato con la massima attenzione tutti gli aspetti dell’evento, verificatosi nel corso di persistenti avversità atmosferiche e che ha eroso notevolmente la parte sottostante il muro di contenimento del fiume creando un fronte di frana di circa 50 metri lineari, concordando che tutte le autorità a vario titolo competenti lavoreranno in sinergia per pervenire a soluzioni complete e rapide.

Per la tutela immediata della pubblica incolumità, premesso che il Comune ha realizzato barriere idonee ad interdire l’accesso all’area interessata dal fenomeno e la Questura ha predisposto una continua vigilanza coordinata da parte di tutte le Forze di Polizia, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco assicurerà il monitoraggio dell’evolversi del dissesto.

Per garantire, dove necessario, interventi veloci, in caso d’intense piogge, ai vigili del fuoco si affiancheranno tecnici della Provincia, del Comune e del Genio Civile.

Verrà richiesto al Centro Funzionale della Regione Campania di fornire periodicamente dati puntuali sulle portate di deflusso del fiume Sabato e degli altri corsi d’acqua correlati.

È stato istituito un gruppo di lavoro composto da tecnici della Provincia, dell’Autorità di Bacino Liri, Garigliano e Volturno, del Provveditorato alle Opere Pubbliche, del Comune e del Genio Civile per definire, nell’ambito delle rispettive attribuzioni ma con l’opportuna collaborazione, eventuali ulteriori attività urgenti da realizzare nonché i progetti ed i finanziamenti necessari per ripristinare le opere danneggiate e per la messa in sicurezza del Fiume.

Si è convenuto che, a breve, sarà convocata, nell’ambito delle attività di coordinamento della Prefettura, una nuova riunione per un esame aggiornato della situazione.

Altre immagini