In primo piano - Volley: Megaride Napoli superiore. La Coim Accademia di nuovo ko in casa

Volley: Megaride Napoli superiore. La Coim Accademia di nuovo ko in casa In primo piano

Non riesce piu' a vincere sul parquet di casa la Coim Accademia che nella ventiquattresima giornata del campionato nazionale di serie B2 femminile il secondo 3-0 consecutivo (21-25, 18-25, 18-25) questa volta per mano della Megaride Napoli.

Le giallorosse si inchinano alla superiorità di un avversario che conferma ampiamente di meritare la posizione in classifica con una prova di grande sostanza. Unica nota stonata l’infortunio occorso in avvio di secondo set ad Aprea costretta ad uscire per una distorsione alla caviglia. Le napoletane però si consolano con l’ottima prova di Zambon, ultima arrivata ma già protagonista con le sue giocate.

La Coim invece è costretta ad arrendersi nonostante qualche buono spunto, riuscendo però ad essere davvero in partita solo fino a metà di tutti i set disputati. Non è bastato alla squadra beneventana il pieno recupero di tutte le acciaccate per reggere l’urto contro una squadra più completa ed in forma sotto tutti gli aspetti.

Partita che inizia con un minuto di raccoglimento per ricordare Carmela Cusano, “nonna” dell’Accademia Volley Benevento, e rendere omaggio alla famiglia Ruscello-De Gennaro per il lutto subito in settimana. Sulla panchina giallorossa siede per la prima volta in stagione Antonio Poccetti che sostituisce lo squalificato Vittorio Ruscello, per lui esordio assoluto dal primo minuto in B2. Squadre al completo, con le giallorosse che portano in panchina Liliana Pucillo, fresca di promozione in Serie C con la Volley Santa Maria di Costantinopoli. Nelle napoletane subito in campo anche l’ultimo arrivo Zambon, ottima alla fine risulterà la sua prova a dimostrazione di essersi già perfettamente integrata negli schemi di mister Loparco.

Si mette subito in mostra l’ex giallorossa Imperato, l’inizio di gara la vede protagonista sia in attacco che a muro, e la Megaride vola subito sull’8-5. Troppo fallose le beneventane che non riescono a dare ritmo e continuità alle loro giocate, ma dopo l’iniziale appannamento la Coim ritrova il giusto piglio registrando la difesa e i colpi in attacco e firma immediatamente il sorpasso sul 10-9. Megaride stordita ed in evidente difficoltà, mister Loparco chiama time out per riordinare le idee quando siamo 13-10. E la mossa è quella giusta perché al ritorno in campo le napoletane trovano un break di 6-2 che vale il 16-15 Megaride. Le napoletane, tornate a macinare gioco, si portano fino al 19-16 per poi trovare in scioltezza l’allungo decisivo che porta al 25-21 finale dopo essersi trovate in vantaggio 24-19.

La Megaride continua ad avere il pallino del gioco in mano anche in avvio di secondo parziale, grazie soprattutto alle diverse soluzioni in attacco a disposizione di Coppola che con grande lucidità chiama in causa tutte le sue bocche di fuoco. 8-5 per le napoletane, ma come già avvenuto nel primo set la Coim si ritrova al rientro in campo. Ottimo turno al servizio di Mezzapesa ed è parità, 9-9. Il gioco subisce una robusta interruzione sul 12-11 Megaride, quando durante l’azione in corso Aprea si blocca per una distorsione alla caviglia ricadendo dopo una giocata a muro, il suo posto viene preso da Muzio. Le ospiti non accusano più di tanto il colpo ma non riescono a scrollarsi subito di dosso una Coim molto generosa ed attenta. A metà set siamo 16-15 Megaride. Sembra la fotocopia del primo set, e così è, perché le napoletane vanno prima sul 19-16 per poi gestire in assoluta tranquillità anche questo secondo parziale che si chiude 25-18.

Il monologo napoletano si interrompe solamente in avvio di terzo parziale, in cui è un sostanziale equilibrio fra le due formazioni a regnare fino al 9-8 Megaride. Poi però le napoletane riprendono di nuovo a spingere sull’acceleratore e tornano padrone del gioco con Zambon in grande evidenza. Le giallorosse subiscono oltremodo le giocate millimetriche delle avversarie e non c’è più storia. A metà parziale il 16-10 Megaride è già una serie ipoteca sulla vittoria che finale che viene sancita qualche minuto più tardi dal 25-18 che chiude i conti.

La sconfitta non pregiudica tuttavia il cammino in campionato della Coim, ormai già salva ed attesa ora da due gare sulla carta più agevoli contro due delle ultime squadre della classifica che possono portare ad una chiusura in bellezza di una stagione comunque positiva.

Sabato prossimo trasferta a Salerno contro la già retrocessa Orakom prima della chiusura tra due settimane a Benevento contro la Ingest Montescaglioso.

IL TABELLINO DELLA GARA

Accademia Volley: Mezzapesa 4, Ferrone 7, Principe (K) 7, Dell’Ermo 6, Delli Quadri 3, De Cristofaro 7, Favino (L), Varricchio ne, Morgia 2, Napolitano, Russo, Pucillo ne, Cona (L). All. A. Poccetti.

Megaride Napoli: Musella (L), Di Perno 8, Imperato (K) 12, Giaquinto, Foniciello 13, Siesto ne, Aprea 6, Coppola 6, Zambon 12, Pellicane ne, Lubrano ne, Muzio 5, Masturzo (L) ne. All. L. Loparco. 

Altre immagini