Comunali in provincia di Benevento, la sconfitta delle donne Politica

Valorizzare il ruolo delle donne in politica senza più ghettizzarlo...

Ci sarebbe piaciuto scrivere di cariche conquistate dalle donne in questa tornata elettorale, senza strombazzarlo come una notizia straordinaria, ma informando semplicemente voi lettori, invece siamo ancora qui a ragionare su opportunità non colte, occasioni mancate e possibilità negate.

Se la matematica non è un’opinione, bene, allora facciamo due conti, tanto per avere un quadro schematico della situazione: su 15 candidati alla carica di sindaco solo 5 erano le donne e nessuna è stata eletta, ora potranno solo fare opposizione in Consiglio comunale, ma tant’è…

Su 360 candidati alla carica di consigliere comunale… provate ad indovinare quante erano le appartenenti al gentil sesso?

E’ presto detto: solamente 102 e di queste davvero uno sparuto gruppo farà parte della civica assise.

Come si vede la donna è ancora troppo lontana dai ruoli apicali che le spettano, finanche in contesti piccoli come i Comuni della provincia di Benevento.

Si dice: siamo nel terzo millennio, le donne hanno fatto tanti passi in avanti e sono arrivate persino nello spazio!

Sì, ma qui sulla Terra quanto ancora dovranno faticare per vedersi riconosciuta la parità con gli uomini?

A chiacchiere sono tutti bravi, ma poi nei fatti basta vedere, ad esempio, come sono andate queste votazioni.

“Che magnifica invenzione, le donne. Quando tutto crolla, quando noi uomini facciamo casino, quando le intemperie della vita ci travolgono e ci perdono, a salvarci c’è sempre la saggezza, la dolcezza, il nerbo delle donne”, dal libro Ciao di Walter Veltroni.

ANNA GAN

annagan@hotmail.it