Politica - Dopo le Regionali... i Rioni banco di prova per Pepe

Dopo le Regionali... i Rioni banco di prova per Pepe Politica

Chiusa la campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio regionale si apre un nuovo decisivo periodo per Benevento.

Il rilancio della citta' potrebbe avere prospettive piu' certe, nell’ipotesi di un chiaro e definitivo insediamento dell’assemblea regionale, con un apporto ed una vicinanza che, al netto di dissidi interni, fa pensare per buon senso ad un legame politico progettuale certamente più favorevole tra Benevento e le istituzioni regionali, almeno tenendo fede alle dichiarazioni pre-elettorali del governatore De Luca.

Quanto questo potrà tradursi a vantaggio della nostra città è la nuova sfida del Sindaco, della sua amministrazione e del nostro rappresentante in Consiglio, Erasmo Mortaruolo, che in questo momento si assume una grande responsabilità.

Un anno di tempo per un riscatto forte che possa produrre argomenti da contrapporre contro la possente macchina elettorale del centrodestra sannita forte e radicata, come ampliamente dimostrato dalle tante schede ottenute.

E’ una sfida, quindi, che non riguarda il solo sindaco ma tutta la compagine del centrosinistra. Sarà fondamentale mettere a segno dei risultati se si vuole sperare in una perfomance favorevole nelle prossime comunali. Le occasioni ci sono. In questo momento due quartieri sono per tanti motivi particolarmente presenti nei pensieri e nei progetti dell’amministrazione: Libertà e Ferrovia.

Complice “Piu Europa” i lavori in atto su queste due aree cittadine potrebbero permettere un riscatto, non risolvibile però dalla sola realizzazione compiuta dei lavori in corso.

Con attenzioni diverse si potrebbe dare quell’immagine rinnovata e strategicamente efficace che testimoni una nuova attenzione per la città. Piani traffico ad hoc, controlli di ordine pubblico, una pulizia maggiore di strade, vicoli e marciapiedi, un costante monitoraggio del territorio più attento e rigido. Tutto ciò indicherebbe un segnale di volontà diversa rispetto a quanto dimostrato fin’ora.

Il Viale Principe di Napoli, in particolare, potrebbe rappresentare l’occasione migliore per imprimere l’immagine di un intenzione diversa. Una campagna di sensibilizzazione verso i cittadini ad essere attenti a non deturpare e insozzare i marciapiedi va accompagnata da gesti più attenti e a tratti anche più rigidi nel contenere le cattive abitudini, un po’ come insegna la stessa esperienza di De Luca a Salerno.

Dall’approntare e mantenere i cestini ed i depositi di raccolta, ancor meglio di quanto si faccia già, sino alla segnalazione degli attraversamenti stradali, recuperando il corretto uso comune non solo per gli automobilisti ma anche per i pedoni. Il recupero del Ponte Vanvitelli, che va monitorato nei tempi e nelle modalità, sia tecniche sia estetiche.

Un controllo maggiore del traffico in quella zone ed un attenzione a contenere la “presenza”, ancora persistente, di ragazzine compiacenti disposte a concedersi ai passanti: una pratica difficile da scoraggiare ma che per questo va continuamente combattuta.

Andare incontro a queste zone contribuisce a migliorare i rapporti con le comunità, incontrando le ragioni degli abitanti che tendono in alternativa a costituire nuovi elementi di rappresentanza, come i nascenti comitati di quartiere, proprio come nel Rione Ferrovia. Lo abbiamo detto più volte, Benevento è una città che merita, ma va educata a dare il meglio di sé e questo vale per tutti.

LUIGI RUBINO

Altre immagini