Politica - In vista delle prossime elezioni... A Montesarchio favorito il M5S

In vista delle prossime elezioni... A Montesarchio favorito il M5S Politica

Ultimi giorni di mandato per l’amministrazione guidata dal sindaco Franco Damiano che si prepara ad affrontare le prossime elezioni amministrative per il rinnovo del consiglio comunale.

Nei giorni scorsi si è svolto uno degli ultimi consigli comunali che ha visto la squadra di maggioranza impegnata ad approvare debiti fuori bilancio e provvedimenti in merito alle imposte e tasse comunali come la Tasi, l’Imu e l’Irpef, lo statuto dell’associazione Borghi più belli d’Italia di cui il comune di Montesarchio fa parte ed altri provvedimenti amministrativi.

All’ultimo punto dell’ordine del giorno, infine, finalmente la maggioranza ha dato le risposte alle interrogazioni presentate nel 2017 dalle ex consigliere di maggioranza Angela Papa e Rosanna Papa, in merito ad una serie di questioni riguardanti la carenza d’acqua che si registra continuamente nei mesi estivi, la scarsa illuminazione delle rotatorie, il generale stato di dissesto in cui versano le strade cittadine, la via Napoli e la variante Benevento-Napoli, il mancato funzionamento delle telecamere installate sul territorio cittadino per garantire la sicurezza, la richiesta di provvedimenti atti a limitare la velocità su tratti della via Napoli dove si sono verificati frequenti incidenti stradali ed infine quale futuro per l’asilo comunale realizzato con fondi della 328, una volta finiti i finanziamenti regionali.

Ed a proposito dell’Ambito sociale, anche il consigliere di opposizione ing. Giuseppe Cecere, con una interrogazione ha chiesto chiarimenti in merito alla morosità ormai decennale del comune di Paolisi per il mancato versamento delle quote di compartecipazione quale componente dell’Ambito sociale di cui Montesarchio è capofila.

Obiettivo principale ora, dell’amministrazione uscente è quello di riconfermarsi alla guida della città per il prossimo quinquennio, per cui il problema della carenza dell’acqua è quasi del tutto risolto, così come ogni altro problema ha trovato o troverà a breve soluzione. I tre consiglieri di minoranza presenti in aula, Giuseppe Cecere, Rosanna Papa e Raffaele Nazzaro, hanno cercato però, di smontare le motivazioni della maggioranza.

La campagna elettorale è ormai partita e da più parti si lavora alla composizione di liste che scendano in campo in contrapposizione a quella di Damiano, ed a confermare l’intenzione di conquistare palazzo San Francesco, è il Movimento 5 Stelle che ha già indicato il candidato sindaco nella persona di Orazio Gerardo.

Infatti, sull’onda del recente ciclone che ha determinato il successo elettorale, il Movimento di Grillo, anche a Montesarchio ha ottenuto una eccezionale affermazione in tutte le sezioni cittadine totalizzando oltre 3.200 voti superando in tal modo sia la coalizione di centro destra che quella di centro sinistra. E naturalmente la presenza di una lista M5S, preoccupa chi ha intenzione di presentare una sua lista per proporsi come candidato alla poltrona di sindaco, in quanto teme che possa continuare anche a livello locale la scelta dei pentastellati per protestare anche contro un governo locale che negli ultimi anni ha fortemente deluso lasciando irrisolti tanti problemi che rendono scadente la qualità della vita dei cittadini.

Per ora, intanto, si lavora anche da parte di altri gruppi, con lo scopo di concretizzare una lista civica in grado di contrastare sia il M5S e sia la squadra guidata da Damiano. La scelta sarà difficile e per vincere si dovrà puntare su un candidato sindaco che sia in grado di attrarre, per le sue peculiarità, una grossa fetta di elettorato.

LUCIA DE NISI