GUARDIA SANFRAMONDI - Nasce la rivista ''La Wardia Bella'' Società

Si chiama La Wardia Bella ed è una pubblicazione elegante e di gran pregio grafico, ricca di contenuti interessanti, nata nel cuore delle valli telesine, in quel meraviglioso lembo di terra dichiarato patrimonio Unesco per i suoi interessanti paesaggi vitivinicoli e le sue produzioni di eccellenza. A realizzarla, le giovani studentesse del Liceo delle Scienze Umane di Guardia Sanframondi, sezione staccata del “Galilei-Vetrone” di Benevento.

Interno e copertina a colori, 32 pagine ricche di notizie e immagini, che danno il senso dell’operosità di questa zona del Sannio e dell’accoglienza della sua scuola, di cui, non a caso, viene qui ripercorsa tutta la storia, a partire dalla sua fondazione nel 1972, con tante notizie storiche a corredo del fotoreportage.

In apertura si dà notizia che il Liceo di Guardia è candidato per Atlante 2018, la prestigiosa iniziativa organizzata da United Network con Repubblica e Repubblica@Scuola, i cui vincitori riceveranno in premio un viaggio didattico a New York. Si passa poi a parlare del percorso che ha portato il Sannio ad affermarsi come Capitale Europea del Vino 2019 e non mancano tante foto di gruppo anche nei momenti più lieti del viaggio. C’è un’intervista alla scrittrice sannita Marialaura Simeone, grande appassionata di letteratura e di viaggi e poi ancora una recensione al film per la Tv “Una vita per i bambini”, incentrato sulla figura e l’opera di Maria Montessori. Compare il resoconto di un interessante convegno di psicologia ed una passeggiata lungo il fantastico percorso che costeggia il fiume Titerno. Vi è una sezione antropologica che presenta aspetti del lavoro femminile nelle Valli Telesina e Titernina.

Ancora curiosità su San Barbato da Castelvenere, che estirpò il famoso albero di noce sulle sponde del fiume Sabato e, per la sezione “I giovani e lo sport”, un’intervista all’atleta Francesca Meoli, frequentante il Liceo di Guardia.

La rivista è visionabile in tutto il mondo, in quanto la docente di Scienze Umane, Lucia Gangale, che ha ideato a promosso il progetto, completamente autofinanziato, ha caricato il file sulla potente piattaforma issuu.com. 

Cliccando sulla foto in basso e poi ancora una volta sul piccolo riquadro in alto a destra si può visionare la copertina per intero

Altre immagini