Ricognizione antincendio a cura dell'Aeroclub di Benevento Società

Venanzio Rapolla è il direttore della scuola di volo a motore nonché il presidente dell’Aeroclub di Benevento ed ha inserito nel programma istruzionale di navigazione ed orientamento degli allievi, anche l’avvistamento e la segnalazione di eventi che costituiscono una minaccia potenziale o reale per l’ambiente.

Ad oggi le ore di volo destinate all’operazione assommano a 247 e a un impegno economico di 17.270 euro dovuto al consumo di carburante, di oli lubrificanti e alla manutenzione ordinaria.

I piloti hanno svolto la ricognizione senza alcun genere di compenso e con l’aeroclub hanno aderito volentieri alla iniziativa lanciata dal presidente del Rotary Club Benevento, considerando le spese affrontate come un contributo in favore delle comunità del Sannio.

Le aree sorvolate sono state praticamente tutte quelle della provincia di Benevento confinanti con le provincie di Caserta, Avellino e poi con il Molise e la Puglia, Anche gli avvistamenti oltre il confine   sono stati  localizzati e segnalati con il sistema delle coordinate geografiche.

Quest’anno se escludiamo l’incendio doloso appiccato alla discarica di Casalduni (BN), la stagione piovosa ha evitato il disastro verificatosi lo scorso anno perché il terreno umido stesso è stato di ostacolo alla propagazione della fiamme. Gli avvistamenti sono stati 68 ma si è trattato di incendi controllati, solitamente lontani dalle grandi superfici boscose.   

Hanno partecipato 6 aeroplani: cinque ala alta di cui tre P92 e due Tucano ed un aereo ad ala bassa, il Pioneer 200.

I piloti che hanno partecipato alla ricognizione antincendio sono i seguenti: Luigi Bocchino, Maurizio Buccirossi, Luigi Carbonelli, Giuseppe Laureti, Luigi Maria Pilla, Raffaele Pilla e Venanzio Rapolla.

ANNAMARIA GANGALE

annamariagangale@hotmail.it 

Altre immagini