Rione Libertà: siglato protocollo tra la Asl di Benevento e l'Associazione Carl Società

La Asl di Benevento e l’Associazione di Promozione Sociale CARL (Cittadinanza Attiva Rione Libertà) hanno siglato un importante protocollo d’intesa dal titolo “RIONE LIBERTA’ IN SALUTE, il diritto al benessere per contrastare le disuguaglianze in salute”.

Presso la sede del L@p Asilo 31, in via Firenze al rione Libertà, l’Azienda Sanitaria e i componenti della CARL si impegneranno per promuovere eventi formativi e informativi per diffondere le buone pratiche per la salute e migliorare la qualità di vita dei residenti di uno dei quartieri più popolosi e fragili della città. L’accordo coinvolgerà adulti, minori, italiani, stranieri, donne, anziani e giovani adulti. Avrà la durata di tre anni e sarà rinnovabile.

“E’ importante che a tutti i cittadini - ha commentato il direttore generale della Asl, Franklin Picker - sia garantito il diritto alla salute, così come sancito dalla Costituzione. Questa Direzione Strategica sta attuando tutta una serie di scelte per garantire una sanità di prossimità e il protocollo stipulato con l'associazione CARL che opera al rione Libertà va in tal senso: la sanità lascia gli uffici e scende tra la gente per capirne i bisogni e dare loro risposte. Sono convinto che da questo accordo si possa partire per farne una “buona pratica” da “esportare” anche in altre realtà”.

“La collaborazione con la Asl di Benevento - ha aggiunto Pasquale Basile, socio della CARL - mira alla nascita di un presidio permanente di prevenzione e informazione medica al rione Libertà. Riteniamo sia una presenza estremamente importante: siamo infatti convinti che l’azione di reti territoriali civiche debba porsi il tema centrale di come favorire legami di similarità e interdipendenza tra le persone di uno stesso contesto locale. La qualità della vita può migliorare se le relazioni generano identità e legami fiduciari orientati al trascendimento degli interessi particolari e alla produzione di beni relazionali collettivi, servizi concreti, ma anche capitale sociale e disponibilità umana da mettere al servizio degli altri”.

Per l’attuazione del protocollo d’intesa è stato costituito un gruppo tecnico composto da Dayana Masone, presidente dell’Associazione di Promozione Sociale CARL; Pasquale Basile, Cosimo Maio, Roberta Zoppoli e Martina Punzo, socie della CARL; Tommaso Zerella, direttore del Dipartimento di Prevenzione Asl; Annarita Citarella, direttore UOC Servizio Epidemiologia e Prevenzione Asl; Alessandro Bozza, dirigente medico Direzione Sanitaria Asl e Mary Antoinette Menechella, referente aziendale di Educazione alla Salute dell’Asl.