Società - Ti sono quasimente scritto questa lettera

Ti sono quasimente scritto questa lettera Società

Carissimo cainate,

è asciuto inta la tili visiona la nutizia ca puro al Circolo dei Marinai di Napoli serano intruppate diciassette femene ca già questo numero nun porta furtuna. Ma al mio penziere secondo te è ammissibbile ca la femena sedda intressare puro dela marina ca sembre il marinaio è stato masculo.

Io penzo a queli strunzi ca erano asciuti inta la tili visiona cola faccia cuntenta coma si avessero fatto un affaro e nun sanno cuanti uai dovranno patire perchene ala donna ci piace il mare ma non pè fatiare ma sulamente pè metere le pacche al sole ca deve à bronzare tuta la pelle compresa quela ca una volta era annascusa dala piluria ca si diceva pote chiu nu pilo de fessa ca nu prevete e messa.

La diferenzia tra il masculo e la femena siè ca il masculo sape sta sulo si cenè nicissità la femena immece campa sulamente pè rompucazzo al prosimo cristiano ca è propetamente luomo criato da Adamo ca pigliavo la prima angolatura cuanno ascette pè miezo Eva.

Noi sapiamo di queli uomeni ca sene vanno pemmare un anno sano e si arrangiano facenno la traversata col sulitario e riescono a varcare mari e mondi pò cuanno il mare nun ne putissi chiu e lu vulissi mannare affangulo ma nun si può perchene tu ai fatto una sfita e la devi venge. Mitti ca un domani una femena singrapiccia e vole saglie al bordo delome ca addafà una traversata e si mete inte recchie a cumannà e gira dillà e fermati nu poco e aggiu visto nu pesce tanto nunnè ca ci capota la barca? Mi sai dice tu come un uomo normale nun perde la calma e vace affenire sopra uno scuoglio di mare?

E figurati pò chello ca pote sicuramente succede cuanno ci vene ammente di sfrutare la situazzione per capriccio di femena che figura dimmerda face il marinaio Taliano dela squadra di Napoli ca era vingiuto puro una Limpiade invernale perchene si sape che si uno face il giro del mondo cola barca adde avè accheffà co lestate e co linverno.

Io songo cunvinto ci puoi giurare si pure è stata essa a menare lome ammare inta la causa esce fora che era stato isso a menare ammare a essa. E si tu ci dici ma come ai fatto a salvarti sitù nun sai natà essa fosse cazzo di risponne ca sera salvata perchene era truvato nu pesce tanto e si cera misa accavallo e si ne trova nato ripete la manovra.

Di fronte ala diavularia dela femena nun ce stanno rimedie. Penza chelo ca stace succedenno ala Cammera dei Diputati e penza ca noi teniamo dui masculi e quatro femene. Tu dici Sine però nui teniamo il sindico masculo ma io ti preco spiecami chi cumanna in famiglia il sindico masculo o la mugliera diputata al Parlamento? Laquale mi pare ca io laggio puro vutato.

Col quale ti saluto etti stringo in forte braccio avvoi tuti di famiglia che spero sembre in salute.

L’EMIGRANTE