Sport - Benevento Calcio: prima la vittoria contro l'Ercolanese poi l'incontro con la città

Benevento Calcio: prima la vittoria contro l'Ercolanese poi l'incontro con la città Sport

Prima la vittoria che sa tanto di tennis (6-1) contro l’Ercolanese di Antonio Maschio (una  compagine tanto cara al patron Vigorito), poi in serata sotto l’Arco Traiano l’incontro con la città, in una piazza letteralmente gremita e con i tifosi che quasi  riempivano via Arco Traiano.

Insomma un pomeriggio ed una serata speciale per i giallorossi che in tale modo si sono avvicinati all’inizio ufficiale della stagione, quello di domenica contro l’Imolese per la Coppa Italia Tim (fischio d’inizio alle 20).

E certamente quei tifosi che non hanno potuto assistere alla gara contro l’Ercolanese, svoltasi a porte chiuse per ordine della Questura per motivi che nessuno ha capito, si sono rifatti in serata quando in massa sono accorsi ai piedi dell’Arco Traiano.

Buona l’amichevole contro l’Ercolanese, nel corso della quale  praticamente mister Bucchi ha utilizzato tutti gli uomini della “rosa” attualmente a disposizione. Praticamente soltanto Gori non è sceso in campo, mentre Bandinelli è restato in tribuna ed Assencio è giunto in città ma ancora non ha firmato il relativo contratto, ma oramai può essere considerato giallorosso.

Per tutti e due i tempi il tecnico ha schierato la squadra con il 4-3-2-1, alternando un po’ tutti gli uomini e quindi scarse sono state le indicazioni sull’undici che domenica sarà schierato contro l’Imolese. Nei primi 45’ tra i pali c’è stato Puggioni, poi difensori centrali Volta e Costa, con Maggio e Di Chiara sulle fasce, quindi centrocampo formato da Viola, Nocerino e Tello, ed infine Improta ed Insigne esterni alti con Coda  unica punta. Nel primo tempo due le reti messe a segno da Costa di testa su angolo di Viola e da Coda su rigore.

Nella ripresa squadra tutta nuova con Montipò tra i pali, Tuia e Billong centrali difensivi, Gyamfi e Letizia sulle fasce, poi De Falco, Del Pinto e Kavier a centrocampo, infine Ricci e Goddard a supporto dell’unica punta Filogamo. Insomma, tantissimi giovani che hanno destato una buona impressione. Nel corso della seconda parte della gara sono anche entrati Sparandeo e Tazza. Quattro le reti messe a segno, con Filogamo, due, Tazza ed una autorete. L’unico gol dell’Ercolanese quello di Anzalone su rigore.

Come si vede Bucchi ha mischiato tantissimo le carte nei due tempi proprio per cercare di rendersi conto della “rosa” a disposizione e di quello che ancora manca. Questo perché il Benevento resta con occhi vigili sul mercato, alla ricerca di un difensore e di un esterno d’attacco. Contemporaneamente, però, certamente ci saranno uscite, mentre parecchi di quei giovani visti contro l’Ercolanese potrebbero essere dati in prestito.

In serata, poi, lo spettacolo avanti all’Arco Traiano.

Vi  è stato un lungo video sui momenti più belli degli ultimi due anni, compreso le feste per le promozioni prima in B e poi in A, quindi si sono viste tutte le reti messe a segno nell’ultimo torneo. E c’è da dire che il pubblico ha gradito tantissimo, intonando tutte le canzoni che ogni domenica si ascoltano. Sembrava quasi di essere al “Vigorito”. Poi, dopo il video la presentazione delle quattro maglie ufficiali della stagione, indossate da quelli che dovrebbero essere i giocatori simbolo, cioè Maggio, Nocerino, Insigne e Viola. Con tanti palloni, debitamente firmati, lanciati tra la folla. Insomma, una bella serata.

GINO PESCITELLI

Foto Arturo Russo

Altre immagini