Sport - Calcio, il Benevento al ''Dacia Arena''di Udine per riassaporare un po' di profumo di Serie A

Calcio, il Benevento al ''Dacia Arena''di Udine per riassaporare un po' di profumo di Serie A Sport

Innanzitutto qualche pillola di calciomercato, sempre utile ed importante. E’ stato ufficializzato l’acquisto del giovane trequartista Cy Goddard (classe 1992) proveniente dal Tottenham  da qualche settimana in prova, mentre siamo oramai alla conclusione per il ritorno in giallorosso di Buonaiuto, richiesto espressamente da Bucchi e proveniente dal Perugia. Quello di  Goddard  è praticamente la quindicesima pedina della “rivoluzione” che il Benevento sta attuando. E non è finita perché nella prossima settimana certamente dovrà essere presa una decisione per quanto riguarda Del Pinto, Billong, Letizia, Viola, Iemmello, Costa, mentre sono aperte tantissime trattative per il difensore Capuano e del centrocampista Colombatto, entrambi del Cagliari.

Per qualche giorno, però, calciomercato nel dimenticatoio ed occhi sulla gara che i giallorossi disputeranno questa sera (fischio d’inizio alle 20.00) al “Dacia Arena” di Udine contro i bianconeri di Julio Valzaquet. Gara valida per il terzo turno di Coppa Italia. Superare questo terzo turno sarebbe un obiettivo record per i giallorossi, mai raggiunto in passato. E chi vince a dicembre, quando la Coppa Italia Tim riprenderà, o con Empoli oppure con Cittadella comunque in passato la “strega” soltanto tre volte è riuscita a disputare tre gare in Coppa Italia.

Con la partita di questa sera ad Udine il Benevento dopo quattro mesi ritorna d respirare un po’ di profumo di Serie A, dopo il ritorno tra i cadetti, e la “rivoluzione” in atto  circa la vecchia “rosa”.

Nella conferenza pre- gara mister Bucchi ha tenuto a ribadire che certamente il Benevento ce la metterà tutta per non fare brutta figura e giocherà a viso aperto contro i più forti avversari, attrezzati per disputare un torneo di Serie A abbastanza tranquillo. Dopo la vittoria contro l’Imolese. Il tecnico ha affermato che si è lavorato con molta tranquillità e senza pensare al calciomercato che “impazza” in questi giorni.

Per la gara di questa sera ad Udine l’allenatore dovrà rinunciare a Lertizia, Antei, Iemmello, Bukata ed all’ultimo arrivato Asencio non al meglio della condizione, poi a Filogamo ed a Volpicelli ed infine a De Falco pronto ad essere ceduto.

Sono 23 i giocatori che sono partiti per il Friuli, cioè i portieri Puggioni, Montipò e Gori; i difensori Billong, Costa, Di Chiara, Gyamfi, Maggio, Sparandeo, Tazza, Tuia e Volta; i centrocampisti Bandinelli, Del Pinto, Nocerino, Tello e Viola; gli attaccanti Coda, Improta, Insigne, Goddard, Ricci, Santarpia.

Dovrebbe essere confermato l’undici sceso in campo nel primo tempo contro l’Imolese, con Puggioni tra i pali (anche se Bucchi ha fatto capire di voler mettere alla prova Montipò), Tuia e Volta al centro della difesa, con Maggio e Di Chiara sulle fasce, poi centrocampo formato da Nocerino, Tello e Viola, infine Improta ed Insigne sulle fasce alte con Coda unica punta. Certamente nel corso della gara entreranno Ricci, Bandinelli, Del Pinto e forse anche Goddard, ma bisogna vedere l’evolversi della partita

Per arbitrare la gara è stato designato Piero Giacomelli della sezione di Trieste che ha tre precedenti con il Benevento (di cui due un Serie A) con un successo e due sconfitte. Si avvarrà dei collaboratori Luca Mondin di Treviso ed Alessio Tolfo di Pordenone, IV uomo Riccardo Ros di Pordenone.

GINO PESCITELLI