Calcio Serie A, il Benevento a Sassuolo per cancellare l'ultimo zero Sport

A sette gare dalla  fine del torneo, e con l’immediato futuro oramai già deciso (il ritorno nella serie cadetta) il Benevento vuole togliersi almeno uno sfizio: quello di cancellare l’ultimo zero in classifica che si riferisce ai punti conquistati in trasferta. E l’occasione buona potrebbe essere quella  della gara che oggi (fischio d’inizio alle 15.00) l’undici di De Zerbi dovrà disputare a Sassuolo, se si pensa che, poi, le altre trasferte vedranno i giallorossi impegnati contro Milan Spal e Chievo (al “Vigorito” dovranno, invece, affrontare Atalanta, Udinese e Genoa).

E che la gara di oggi sia in un certo senso favorevole per i giallorossi per ottenere almeno un pareggio è dimostrato anche dal fatto che il Sassuolo è la squadra che ha segnato meno reti  fino ad ora e che non vince fra le mura amiche da ben quattro mesi (l’ultima vittoria casalinga al Mapei Stadium risale al 23 dicembre addirittura contro l’Inter). Comunque,  anche questa volta non sarà per facile per la “strega” uscire indenni dal terreno di gioco se si pensa che l’undici di Iachini è fortemente impegnato nella lotta per evitare la retrocessione.

Il Benevento, però, certamente ci tenterà per cancellare lo zero in classifica per quanto riguarda i punti esterni, alla luce soprattutto delle ultima buone prestazioni, soprattutto quella contro la Juventus che soltanto grazie a due contestati calci di rigore è riuscita a violare il “Vigorito”. Del resto, un po’ tutti in queste ultime settimane hanno esaltato il gioco dell’undici di Zerbi dichiarando che l’attuale classifica è frutto di errori commessi nel calciomercato estivo, di scarsa esperienza, di sfortuna ed anche di errori arbitrali. Ora si tratta di ripartire, come ha dichiarato anche il presidente Vigorito, partendo proprio da questi errori e puntando anche sull’affetto dei tifosi, che almeno fino ad ora non hanno mai abbandonato la squadra (gara contro la Juventus docet!).

Quella che inizia oggi sarà ancora una settimana molto impegnativa, con tre gare in appena sette giorni. Si inizia questo pomeriggio contro il Sassuolo, poi mercoledì alle 1.00 al “Vigorito” sarà di scena l’Atalanta, infine sabato alle 20.45 sfida al “Meazza” con il Milan di Gattuso.

Tre gare in sette giorni che certamente obbligheranno l’allenatore ad un necessario turn over, anche perché saranno ancora assenti gli infortunati  Costa, D’Alessandro e Memushaj. L’allenatore giallorosso potrà invece contare sui rientranti Letizia e Parigini, mentre tra i convocati figurano ancora tanti giovani come Sparandeo, Rubjens, Volpicelli, Senogo a dimostrazione del fatto che già si pensa al futuro.

Dovrebbe essere un Benevento offensivo quello che oggi affronterà il Sassuolo, con Iemmello e Diabatè entrambi in campo fin dal primo minuto, come ha fatto capire De Zerbi nella conferenza stampa pre-gara. A partire dalla panchina potrebbe essere Guilherme, anche perché è difficile che l’allenatore rinunci a Brignola. Per il resto naturalmente in porta ci sarà Puggioni, poi difesa a quattro con Sagna (che comunque non è in grado di disputare tre gare in sette giorni), Djimsiti, Tosca e Venuti o Letizia. A centrocampo l’allenatore non dovrebbe rinunciare alla coppia Sandro - Viola, con l’aggiunta di Djuricic. L’ultima maglia disponibile dovrebbe essere appannaggio di Brignola. Poi per la gara di mercoledì contro l’Atalanta potrebbero trovare spazio  Lombardi, Parigini, Del Pinto, Cataldi e qualche altro.

Per quanto riguarda il Sassuolo molti problemi per l’allenatore Iachini che non dovrebbe schierare giocatori importanti come Sensi, Lirola e Goldaniga, ma recupererà Magnanelli e Adjapong, che rientrano dalle squalifiche.

Per dirigere la gara Sassuolo - Benevento è stato designato Claudio Gavillucci della sezione di Latina, un arbitro che estrae il “giallo” con molta facilità. E’ un quinto anno in serie A, dove ha diretto 46 gare con 17 vittorie delle squadre di casa, 13 pareggi, 16 successi delle compagini in trasferta, 24 rigori concessi e 9 espulsioni. In totale nella sua carriera ha diretto 175  gare con 81 vittorie della compagini di casa, 53 pareggi, 41 successi esterni, 71 rigori concessi e 65 espulsi. Il direttore di gara di Latina avrà come collaboratori di linea Antonino Santoro di Catania e Marco Zappatore di Taranto, IV uomo Riccardo Ros di Pordenone addetti al Vas Gianluca Manganiello di Pinerolo e Davide Ghersini di Genova. Sono 5 precedenti di Gavillucci con il Benevento, con uno score di due vittorie, un pareggio e due sconfitte. In questa stagione ha già diretto il Benevento nella sconfitta per 3-0 al “Vigorito” contro la Fiorentina. Con il Sassuolo90, invece, vanta 8 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte (in questa stagione li ha già diretti due volte con altrettante vittorie esterne per 0-1 contro Sampdoria e Cagliari.

Ecco tutte le designazioni di questa giornata:

▪ Atalanta Inter (Doveri - Vivenzi - Lo Cicero - Calvarese - Var Damato e  Ranghetti)

▪ Bologna - Hellas Verona (Abisso - Giallatini - Fiorito - Di Paolo - Var Guida e Costanzo)

▪ Cagliari - Udinese (Giacomelli - Schenone - Tasso - Baroni - Var Fabbri e Valeriani)

▪ Chievo - Torino (Di Bello - Posado - Longo - Pezzuto - Var Massa e Alassio)

▪ Fiorentina - Spal (Orsato - Di Vuolo - Gori - Nasca - Var Pasqua e Passeri)

▪ Genoa - Crotone (Irrati - Liberti - Bottegoni - Giua - Var Pairetto e Tegoni)

▪ Juventus - Sampdoria (Mariani - Carbone - Marrazzo - Aureliano - Var Chiffi e Peretti)

▪ Lazio - Roma (Mazzoleni - Preti - Paganessi - Maresca - Var Rocchi e Di Fiore)

▪ Milan - Napoli (Banti - Vuoto - Meli - Tagliavento - Var Valeri e Dobosz).

GINO PESCITELLI