Sport - Calcio Serie A: il Benevento senza alternative... Vincere contro il Verona

Calcio Serie A: il Benevento senza alternative... Vincere contro il Verona Sport

Per il Benevento oggi (fischio d’inizio alle 15.00) non ci sono alternative: in un modo o nell’altro bisogna vincere contro l’Hellas Crotone, se si vuol continuare a tenere accesa una tenue fiammella per evitare di dire addio alla massima serie. Questo anche alla luce del fatto che la Spal nell’anticipo delle 15.00 di sabato ha superato il Bologna con una rete dell’ex napoletano Grassi, surclassando così il Crotone al quart’ultimo posto della classifica e raggiungendo il Sassuolo, in attesa delle altre gare di questa ventisettesima giornata. Insomma, in due gare vittorie contro Crotone e Bologna la Spal ha fatto un notevole balzo in avanti verso la salvezza.

I  giallorossi, però, a parte i motivi di classifica, la vittoria dovranno conquistarla anche per l’appassionato ed insostituibile presidente Oreste Vigorito, che, forse per la prima volta, non sarà al suo solito posto in tribuna per un leggero malore che proprio alla vigilia l’ha colpito nella sua casa di Napoli. Il sito ufficiale della società ha fatto sapere, anche se con un po’ ritardo che “la situazione è sotto controllo e stabile, ma i medici hanno consigliato un breve periodo di riposo, per cui il presidente non assisterà alla gara Benevento - Hellas Verona”, ma intanto si è saputo, in via non ufficiale, che dopo un primo ricovero all’Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli Vigorito è stato  successivamente trasferito al Loreto Mare, dove attualmente si trova ricoverato. Naturalmente fin dalle prime ore di sabato vi è stato il tam tam generato dai tifosi preoccupati per le voci che continuavano a giungere, e soltanto nel primo pomeriggio il comunicato ufficiale sul sito societario. Tantissimi i messaggi di auguri giunti al presidente e tutti si augurano che al più presto il presidente si possa riprendere dal malore.

A parte questo contrattempo, che certamente darà più forza e carattere questo pomeriggio alla squadra, c’è da dire che la gara contro l’Hellas Verona diventa fondamentale per l’undici di Zerbi.

Si affronteranno le ultime due della classifica divise da nove punti in classifica e la “strega” punta a portarsi a -6, il che non sarebbe male.

Cosa, però, non facile se si considera che gli scaligeri di Pecchia sono reduci dalla inaspettata vittoria contro il Torino ed al “Vigorito” tentano il bis, anche se mancheranno due pedine importanti come Romulo, squalificato, e Valoti, autore della doppietta contro il Torino. Una vera e propria “tegola” per Pecchia, che comunque potrà recuperare qualche giocatore importante da tempo assente. Anche a Benevento Pecchia  dovrebbe schierare la squadra con il suo classico 4-4-2 con la riproposizione in attacco della coppia Petkovic - Kean ai quali i difensori giallorossi dovranno fare molta attenzione.

Anche per De Zerbi qualche problema di formazione, non solo per l’assenza dello squalificato Viola, ma anche per le condizioni di Sandro, diventato il vero e proprio uomo squadra, quasi insostituibile. Nell’elenco dei convocati Sandro c’è, ma tutto da vedere se sarà in campo dal principio, soprattutto se si considera che il terreno di gioco sarà molto pesante a causa della pioggia e della neve di questi giorni. Così, per le contemporanee assenze  di Viola e, quasi certamente, di Sandro il centrocampo potrebbe essere composto da Cataldi reduce dallo stage con la nazionale maggiore, certo, e da Memushaj o Del Pinto, con Djuricic  in appoggio. Per quanto riguarda la difesa certamente sarà quella scesa in campo a Milano contro l’Inter - sperando che facciano più attenzione sui calci piazzati sui quali l’Hellas Verona è particolarmente pericolosa - formata da Sagna, Djimsiti, Letiziai e Tosca. Sulle fasce confermatissimi Brignola e Guilherme, in appoggio all’unica punta che dovrebbe essere ancora Coda, anche se scalpita tantissimo Diabatè, che potrebbe anche rappresentare la novità di De Zerbi.

La difficile gara di questo pomeriggio tra il Benevento e l’Hellas Verona  sarà diretta da un arbitro espertissimo, cioè il romano Paolo Valeri della sezione di Roma 2, all’undicesima stagione in serie A. Torna al “Vigorito” dopo ben 11 anni, cioè dall’11 novembre 2006 quando il Benevento vinse per 2-0 contro il Potenza. Impiegato, 40 anni, fino ad ora ha diretto 154 gare in serie A con 56 vittorie delle squadre di casa, 51 pareggi e 48 successi delle compagini in trasferta, 70 i rigori concessi e 75 le espulsioni. In totale 259 le gare dirette nella sua lunga carriera, con 107 successi delle squadre di casa, 81 pareggi, 71 successi delle compagini in trasferta. Sono tre i precedenti con il Benevento, con una vittoria contro il Potenza per 2-0 e due pareggi per 0-0 contro Cavese e Giulianova. Sono sei, invece, i precedenti con l’Hellas Verona con 3 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte. Come assistenti di linea sono stati designati Riccardo Di Fiore di Aosta e Luca Mondin di Treviso, IV uomo Daniele Martinelli di Roma 2 addetti al VAR Maurizio Mariani di Roma (che certamente non porta bene al Benevento) e Fabrizio Posado di Roma.

Ecco il programma della ventisettesima giornata:

▪ Spal - Bologna 1-0

▪ Lazio - Juventus 0-1

▪ Napoli - Roma 2-4

▪ Genoa - Cagliari domenica 4 ore 12.30 (Pasqua - Prenna - Zappatore - Manganiello - VAR Maresca e Serra)

▪ Atalanta - Sampdoria domenica 4 ore 15.00 (Tagliavento - Di Iorio - Tolfo - Di Paolo - VAR Chiffi e Piccinini)

▪ Benevento - Hellas Verona domenica 4 ore 15.00 (Valeri - Di Fiore - Mondin - Martinelli - VAR Mariani e Posado)

▪ Chievo - Sassuolo domenica 4 ore 15.00 (Guida - Carbone - Di Vuolo - Illuzzi - VAR Pinzani e  Manganelli)

▪ Torino - Crotone domenica 4 ore 15.00 (Gavillucci - Di Meo - Fiorito - Sacchi - VAR Mazzoleni e Crispo)

▪ Udinese - Fiorentina domenica 4 ore 15.00 (La Penna - Marrazzo - La Rocca - Ros - VAR Calvarese ed Aureliano)

▪ Milan - Inter domenica 4 ore 20.45 (Di Bello - Giallatini - Dobosz - Doveri - VAR Orsato e Schenone).

GINO PESCITELLI