Calcio Serie B: al Benevento un solo compito... Chiudere con il botto Sport

Questo pomeriggio, con fischio d’inizio alle 16.00, si chiude non soltanto il 2018 ma anche il girone di andata, e per i giallorossi di Bucchi sarà la vera e propria prova del nove dopo le vittorie contro Crotone e Padova, ma soprattutto nel momento in cui la classifica è tornata a sorridere alla “Strega”, che con l’auspicabile vittoria contro il Brescia raggiungerebbe l’undici di Corini (che non sarà in panchina per squalifica) al secondo posto della classifica, sperando in qualche passo falso di Lecce,  Verona, Pescara, tutte impegnate in incontri non certo facili.

Insomma, per i giallorossi potrebbe essere quella di oggi la vera partita della svolta, in attesa della lunga sospensione del torneo (ma ci sarà il 13 gennaio lo “storico” impegno al “Meazza” di Milano contro l’Inter, incontro che si disputerà a porte chiuse, con il Benevento tanto penalizzato), della riapertura del “mercato”, soprattutto del recupero totale dei tanti giocatori infortunati. E’ vero che anche questa volta l’allenatore avrà l’intera “rosa” a disposizione (escluso… l’oggetto misterioso Bukata mai visto in campo), ma indubbiamente gente importante come Maggio, Tuia, Viola e qualche altro devono recuperare completamente sotto il profilo atletico. E la sospensione del torneo sarà importante anche per questo, oltre che per ragionare su come operare nel “mercato” di riparazione.

Importantissima, sotto tutti gli aspetti la gara di questo pomeriggio contro il Brescia, che può essere considerata una delle rivelazioni di questo campionato soprattutto dopo l’avvento in panchina di Corini, subentrato a David Suazo. Con lui la “leonessa” è tornata a ruggire ed oggi il Brescia può vantare il miglior attacco del campionato (37 gol in 17 gare), grazie soprattutto al capocannoniere Donnarumma, anche se lontano dal “Rigamonti” la marcia è certamente più lenta. Straordinario per il Brescia il mese di dicembre, con 13 punti in 5 gare. Comunque spesso fuori casa le “rondinelle” hanno deluso, dove hanno conquistato una sola vittoria, poi cinque pareggi e due sconfitte (una con Suazo l’altra con Corini). A questo dobbiamo aggiungere che i lombardi scendono nel Sannio con tante assenze (il portiere Bastianelli, i difensori Lancini, Rondanini, Carillo, i centrocampisti Ndoj, Dell’Oglio, Tremolada, gli attaccanti Miracoli e Ferrari), ma ci sarà l’importante recupero del bomber Donnarumma, assente nell’ultima gara contro la Cremonese. Soltanto 19 i giocatori che sono stati convocati, ma ciò nulla toglie al difficile compito che attende i giallorossi.

Alla “Strega” servirà la classica gara perfetta per avere la meglio sulla “leonessa” e conquistare l’ultima vittoria di questo 2018, permettendo ai tifosi di trascorrere nel migliore dei modi gli ultimi due giorni dell’anno. Un compito, però, non certo semplice.

Anche questa volta per Bucchi l’intera “rosa” a disposizione, quindi soltanto problemi di scelta considerando che quella contro il Brescia sarà la terza gara di questa settimana. Comunque, l’allenatore sembra deciso a portare poche variazioni alla formazione che tanto bene si è comportata contro Crotone e Padova. L’unica variante rispetto alla formazione scesa in campo nella nebbia di Padova dovrebbe essere rappresentata dal rientro di Insigne, non utilizzato nella trasferta veneta per un leggero dolore muscolare. A centrocampo, invece, Del Pinto, rientrato dopo tantissimo tempo, potrebbe alternarsi con Bandinelli.

Per il resto, riconferma del 3-5-2 con Montipò a guardia della rete, Volta, Antei e Di Chiara nella difesa a tre, Tello, Del Pinto (o Bandinelli) e Buonaiuto nel reparto centrale del campo, Letizia ed Improta sulle fasce, infine Insigne e Coda in attacco. In panchina Maggio, Gyamfi, Costa, Billong, Tuia, Viola, Asencio e Ricci, pronti ad entrare. Insomma anche questa volta si vedrà una difesa blindata (nelle ultime cinque gara incassata una sola rete dall’Hellas Verona, per giunta in seguito ad un doppio fuori gioco non rilevato da arbitro e segnalinee), un centrocampo molto fitto con Buonaiuto che sta facendo benissimo nel nuovo ruolo che Bucchi gli ha affidato, due esterni come Letizia ed improta che spingono tantissimo ed infine la coppia Insigne - Coda pronta a colpire.

A dirigere Benevento - Brescia è stato designato Antonio Rapuano della sezione di Rimini, che svolge la professione di Vigile Urbano a Riccione, ed ha origini sannite, col padre che è di San Salvatore Telesino e la madre originaria di Baselice. Non è la prima volta che Rapuano incrocia il Benevento, dal momento che è già accaduto quattro volte con un bilancio di due vittorie giallorosse (Benevento - Vigor Lamezia 3-1 e Benevento - Reggina 4-0) e due pareggi (Benevento - Barletta 0-0 e Benevento - Ascoli 0-0). Come si vede un direttore di gara che al “Vigorito” può essere considerato quasi… di casa avendo diretto quattro volte i giallorossi.

Rapuano è un settimo anno, quarto in Serie B. e nella sua carriera ha diretto 108 gare, con 54 vittorie interne, 24 pareggi e 30 successi delle squadre in trasferta, 28 rigori concessi e 37 espulsi. Per lui anche una direzione in Serie A, con la vittoria della squadra di casa ed un rigore concesso. Tra i cadetti ha diretto 53 gare, con 26 successi delle squadre di casa, 26 pareggi e 14 successi esterni, 12 rigori concessi ed altrettanti espulsi. Con il Brescia ha 7 precedenti, con 2 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. A coadiuvare con Rapuano sono stati designati Vito Mastrodonato di Molfetta e Francesco Fiore di Barletta, IV uomo Federico Dionisi di L’Aquila.

Ecco il programma dell’ultima giornata del girone di andata con le gare tutte in programma per oggi:

▪ Foggia - Hellas Verona ore 12.30 (Fourneau - Robilotta - Scarpa - Pezzuto)

▪ Ascoli - Crotone ore 15.00 (Massimi - Rossi - Margani - Sacchi)

▪ Cittadella - Palermo ore 15.00 (Aureliano - Lombardi - Lombardo - Sozza)

▪ Cremonese - Perugia ore 15.00 (Minelli - Sechi - Mokhtar - Clerico)

▪ Salernitana - Pescara ore 15.00 (Pillitteri - Luciano - Vecchi - Marini)

▪ Venezia - Carpi ore 15.00 (Baroni - Raspollini - Chiocchi - De Angeli)

▪ Benevento - Brescia ore 16.00 (Rapuano - Mastrodonato - Fiore - Dionisi)

▪ Livorno - Padova ore 18.00 (Di Paolo - Capaldo - Rossi - Monaldi)

▪ Spezia - Lecce ore 21.00 (Ghersini - Dei Giudici - Bercigli - Guccini)

▪ Riposa Cosenza

Questa la classifica prima delle gare odierne:

▪ Palermo 34

▪ Brescia 31

▪ Lecce 29

▪ H. Verona 29

▪ Pescara 29

▪ Benevento 28

▪ Cittadella 26

▪ Perugia 26

▪ Spezia 25

▪ Salernitana 24

▪ Ascoli 21

▪ Venezia 20

▪ Cremonese 19

▪ Cosenza 19

▪ Carpi 16

▪ Livorno 14

▪ Crotone 13

▪ Foggia (-8) 12

▪ Padova 11

GINO PESCITELLI